Il tradimento coniugale è, come detto in un precedente articolo, uno dei dolori più strazianti emotivamente se non il più forte. Questo perchè fa emergere il più grande dei dolori psicologici: l'abbandono. Qual'è quindi la causa del tradimento?

fabrizio.mardegan_causa_tradimento_coniugale

L'amore maturo e immaturo.

L'amore è una delle forze più potenti al mondo. Esso ha la potenzialità di creare e di smuovere grandi forze positive se c'è complicità ed intesa emotiva ma anche di distruggere se non si gestiscono con intelligenza le proprie ferite emotive interiori che l'amore "riapre". La maggior parte delle volte i litigi che portano al tradimento non sorgono per motivi "seri" ma sono un modo per accusare il partner di essere la causa del dolore che si sente dentro e che deriva invece dalle ferite emotive formatesi nella propria famiglia di origine.

 

Il tradimento ha tante cause?

Alcune ragioni del tradimento sono il desiderio del nuovo, dell'avventura, di trasgredire, le carenze affettive, l'apatia e la noia nella coppia, il voler richiamare l'attenzione del partner ecc. Queste motivazioni hanno tutte un denominatore comune che è la vera causa del tradimento: la mancanza di maturità emotiva. La mancanza di maturità porta a non riconoscere l'esistenza di un problema. La mancanza di maturità emotiva porta a non essere disponibili a risolverlo assieme con il partner (eventualmente anche con un aiuto esterno), ma anzi ad accusarlo di esserne la causa. La mancanza di maturità emotiva e di poter comunicare qualsiasi sensazione ed emozione senza aver paura della reazione del partner (che deve a sua volta essere in grado di evitare di giudicare) indebolisce la coppia e favorisce comportamenti sbagliati quali il tradimento.

 

Mancanza della volontà di comunicare

Mi preme sottolineare questo concetto ripetendolo: la mancanza della volontà di comunicare in modo aperto e sincero è la conseguenza diretta dell'immaturità emotiva. E questa conseguenza è alla base del tradimento coniugale.

 

C'è chi tradisce di più?

Chi ha vissuto maggior dolore emotivo nella propria famiglia di origine è solitamente più fragile. Una possibile conseguenza di questa fragilità e dolore emotivo è una tentazione maggiore verso il tradimento. E' necessario capire che ogni persona nel profondo vuole avere una relazione positiva e che il malessere personale incide sulla vita di coppia. E c'è sempre una spiegazione a questo malessere personale. E' necessario avere la maturità emotiva di capire quando c'è qualcosa che non va e di cercare le soluzioni. E, se le soluzioni "interne" alla coppia (tramite il dialogo, la comprensione ecc.) non bastano, è necessario avere il coraggio di chiedere un aiuto esterno. Avere il coraggio di chiedere aiuto quando c'è un problema è indice di intelligenza emotiva. Pensare di avere qualcosa che non va se si chiede aiuto, di essere "pazzi" o che gli altri penseranno male è invece un atteggiamento che deriva da paura, ignoranza e vergogna tossica.

 

Cosa fare per acquisire maggiore maturità emotiva


Per acquisire maggiore maturità emotiva il primo passo è acquisire conoscenza, capire come funzionano le emozioni e le dinamiche psicologiche dell'uomo e della donna. Leggere articoli e libri, cercare. Nel passato e in particolare nei vissuti nella propria famiglia di origine ci sono sempre le risposte che fanno capire i comportamenti che sembrano senza senso. Ma questo non basta, è anche necessario lavorare sulle proprie ferite emotive del passato per poter avere un'intimità emotiva e fisica più soddisfacente con il proprio partner. Per approfondire leggi il report gratuito che ho scritto "Trovare la Serenità" Cliccando quì