Utente 258XXX
Gentili Dottori,
Sono un uomo di 37 anni. Sono stato operato di varicocele al testicolo sinistro nel 1992 ed ora, assieme a mia moglie di 34 anni, stiamo cercando di avere un bambino.
Premesso che non ho mai effettuato prima d’ora un’analisi del liquido seminale, neanche in occasione dell’operazione di varicocele, in quanto allora mi venne detto che ciò non era necessario per la lievissima entità del varicocele stesso, dopo circa 9 mesi di rapporti non protetti, dietro consiglio della ginecologa che segue mia moglie, ho deciso di effettuare un esame del liquido seminale per la valutazione della fertilità.
Desidererei un parere sul seguente referto:

VOLUME 2.4 ML
PH 7.4
ASPETTO PROPRIO
FLUIDIFICAZIONE FISIOLOGICA
VISCOSITA’ NEI LIMITI
CONCENTRAZIONE SPERMATOZI/ML 52.000.000
CONCENTAZIONE SPERMATOZOI/EIACULATO 124.800.000
MOTILITA’ SPERMATOZOI 2^ ORA 45% RETTILINEA + 5% DISCINETICA
MOTILITA’ SPERMATOZOI 4^ ORA 45% RETTILINEA + 5% DISCINETICA
MORFOLOGIA SPERMATOZI TIPICI 36%
MORFOLOGIA SPERMATOZI ATIPICI 64%
LEUCOCITI/ML 400.000
EMAZINE /
ELEMENTI LINEA SPERMATOGENETICA RARI
ZONE DI SPERMIOAGGLUINAZIONE PRESENTI
CELLULE DI SFALDAMENTO PRESENTI
CORPUSCOLI PROSTATICI RARI
OSSERVAZIONI /

Ringrazio anticipatamente per l'aiuto che vorrete darmi.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile utente,

il dato di 400.000leucociti/ml suggerirebbe l'opportunità di una spermiocoltura. Ne parli con un suo andrologo di fiducia.

Cordialmente,

Edoardo Pescatori
[#2] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,
se quello fatto è il primo esame del liquido seminale,
il primo consiglio che posso darle è quello di ripetere l'esame del liquido seminale , presso un Centro che segua le indicazioni dettate dall'Organizzazione Mondiale della Sanità. Comunque ,se desidera avere altre informazioni su questi temi, può leggere il "facile" manuale , scritto dalla dra Elisabetta Chelo: "Quando i figli non arrivano" CIC, edizioni internazionali, Roma o anche consultare il sito: www.andrologiamedica.org.
Un cordiale saluto.
[#3] dopo  
Utente 258XXX

Iscritto dal 2007
Gentili dottori,
innanzi tutto vi ringrazio per le Vostre risposte. Riguardo al dato sui leucociti, in realtà pensavo che non fosse preoccupante in quanto sul mio referto è segnalato come normale un valore inferiore al milione di leucociti. In ogni caso seguirò il consiglio del Dott. Pescatori ed eseguirò al più presto una spermiocoltura. Il valore, però, per cui ero in realtà più preoccupato, è quello relativo alla motilità degli spermatozoi; il mio referto indica come valore minimo normale quello del 50% relativamente alla velocità rettilinea, mentre il mio risultato è 45%. E’ possibile, con qualche cura, migliorare questo risultato? E, in ogni caso, il mio risultato è preoccupante, soprattutto relativamente alla possibilità di poter generare in maniera naturale ?
Vi ringrazio nuovamente per la Vostra disponibilità e cortesia.
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,
in effetti il dato più importante da ricontrollare è soprattutto la motilità rettilinea o progressiva nelle sue due componenti rapida e lenta alla seconda ora. Il valore da lei riferito è indicato in modo non preciso. Diventa quindi importante ripetere , come le ho già scritto, l'esame.
Ancora un cordiale saluto.