Utente 260XXX
Gentili dottori,
le mie domande vi sembreranno probabilmente un po’ ingenue, ma sinceramente mi incuriosiscono molto.
Io e mio marito (io ho 38 anni, mio marito 36) stiamo cercando di avere un altro bambino, oltre il primo che adesso ha 19 mesi (io sono affetta da tiroidite autoimmune ma con valori di TSH tornati nel range basso della normalità) e abbiamo rapporti ogni giorno per circa 7-10 giorni a cavallo del periodo di fertilità. Questo da alcuni mesi, ma senza risultati.
La mia curiosità è: mio marito sarebbe più fertile, cioè gli spermatozoi più “attivi”, se non avessimo rapporti ogni giorno ma li concentrassimo nei 2-3 giorni più fertili?
Inoltre ho letto che l’ambiente della vagina è importante ai fini della fecondazione dell’ovulo, cioè quanto più l’ambiente è basico (credo di ricordare basico ma non ne sono sicura) tanto più facilmente lo spermatozoo va a “buon fine”. Se questo fosse vero, mi potreste consigliare in tal senso il nome di ovuli da poter utilizzare al fine di rendere l’ambiente più favorevole? O forse è questa un’idea un po’ pazza?
Grazie tante per la cortesia e la disponibilità

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Geltile lettrice,

il concentrare i rapporti "nei 2-3 gg più fertili" ha un impatto più sul numero di spermatozoi che sulla loro qualità.
Vorrei suggerire che l'avere la numerosità di rapporti che avete a fine riproduttivo in certe coppie può produrre un disagio psicologico soprattutto al partner maschile (sessualità finalizzata al rapporto e, probabilmente, meno al piacere). Per questo motivo, ma anche per altri (principalmente età) se siete molto motivati ad un secondo concepimento vi suggerirei di considerare una valutazione specialistica (ginecologo per lei e andrologo per lui).

Cordialmente,

Edoardo Pescatori
[#2] dopo  
Dr. Daniele Masala
28% attività
4% attualità
12% socialità
POZZUOLI (NA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Caro lettore, ritengo sulla base della sua descrizione, che sia opportuna una visita specialistica della coppia, vale a dire rivolgersi ad un collega urologo della sua zona e magari sentire anche il parere del ginecologo della sua partner.
Cordiali saluti,
dott. Daniele Masala.