Utente 131XXX
Buongiorno,sono un ragazzo di 25anni io scrivo per capire un po' da cosa puo' derivare il mio problema, ogni tanto mi capita di avere degli spasmi al cuore, o anche solo dei battiti accellerati succesiva sudorazione, giramenti di testa nausea crampi stomaco, e molta debolezza e sensi di svenimento eogni tanto male agli occhi.
Proprio pochi giorni fa ho fatto degli esami del sangue per vedere se ero allergico a qualcosa o avevo qualcosa ma sono risultati tutto ok, ho fatto anche l'elettrocardiogramma sotto sforzo e anche questo e' risultato tutto a posto. Faccio una vita regolare, non fumo bevo poco gioco a calcio e a tal proposito ieri durante il riscaldamento prima della gara ho iniziato a sentirmi debole con le gambe floscie, giramenti di testa impovvisi e battito accelerato anche se ancora dovevo iniziare a giocare, essendomi preoccupato ho giocato solamente 10minuti..perche nn mi sentivo proprio bene. Ho bevuto acqua e zucchero e succesivamete ho preso 10 goccie di Lexodan per rilassarmi.
Il medico di famiglia ha detto che potrebbe essere ansia, o anche qualche probelma nella digestione perche anche dopo aver mangiato sento sempre un senso di pesantezza e stanchezza.spero di essere stato chiaro.Ringrazio anticipatamente.Cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Massimo Tidu
36% attività
12% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Gentile utente:
Potrebbe essere utile una valutazione cardiologica per valutare l'eventuale indicazione ad eseguire un Holter, per valutare se il batticuore da lei lamentato sia la causa dei suoi sintomi.
a disposizione per ulteriori consulti
[#2] dopo  
Dr. Daniel Bulla
48% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2003
Gentile Utente,
effettui una visita cardiologica: se questa è negativa e quindi vengono escluse cause mediche non le resta che prendere in considerazione l'ipotesi del suo medico (che d'altronde avrà già escluso la presenza di patologie tiroidee che provocano sintomi simili all'ansia).

Se i sintomi da lei descritti non fossero dovuti ad una causa medica farebbero pensare ad un attacco di panico, come può leggere in questo articolo

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=72634

Se venisse confermata la diagnosi di disturbo d'ansia il miglior trattamento è rappresentato dall'associazione tra farmacoterapia e psicoterapia cognitivo-comportamentale.

Le allego infine questo articolo sull'ansia e sul trattamento

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=42293