Utente 132XXX
Salve, ho 28 anni e assumo minoxidil dal 2001, inizialmente due applicazioni giornaliere al 2% (Tricoxidil) per contrastare la caduta dei capelli che mi affliggeva da un paio di anni.
Interruppi l’assunzione due anni dopo, quando i capelli erano davvero foltissimi, sperando che la mia non fosse allora alopecia androgenetica.
Dopo due mesi avevo perso quasi metà dei capelli…
Subito mi feci visitare dal dermatologo che diagnosticò l’alopecia androgenetica e mi prescrisse minoxidil al 5% 1ml al giorno, solo la sera. Recuperai parzialmente tutti i capelli.
Scelsi il prodotto galenico che purtroppo mi dava fortissime irritazioni e desquamazioni.
Dopo un anno di continui cambi di formula per cercare una preparazione da me tollerata passai al prodotto commerciale Regaine 5%, e le irritazioni scomparvero completamente.
Dal 2006 assumo anche finasteride 1mg al giorno, preparata in farmacia, senza alcun effetto collaterale, notando in più la diminuzione della produzione sebacea corporea. Tale farmaco non ha dato comunque risultati evidenti, nella zona frontale soprattutto (ho la fronte molto bassa, ma con pochi capelli).
La quantità dei capelli negli anni, a partire dal 2003, è comunque andata pian piano peggiorando e ad oggi non sono più molto soddisfatto dei risultati, soprattutto della zona frontale, dove i capelli sono in gran parte miniaturizzati.
Premettendo che intendo fare un’altra visita a breve, è lecito pensare di poter passare a DUE applicazioni giornaliere di 1ml di Regaine 5%? Ho letto (anche sul libretto illustrativo del farmaco) che sarebbe questa la dose di assunzione standard, è corretto? Se così non fosse, faccio già “il massimo” per i miei capelli o posso ottenere più risultati cambiando modalità di assunzione del minoxidil?

Grazie

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le pz
purtroppo i risultati ottenibili , pur utilizzando i farmaci al massimo dosaggio consigliabile, possono non garantire il successo terapeutico . Vanno dati a tempo indeterminato , pena la regressione dei risultati ottenuti (come ha potuto notare). Ma non esistono miracoli, e penso che sia già nella schiera dei buoni responders!
Oltre a questo rimane solo la chirurgia (autotrapianto per es.), che potrebbe dare un risultato estetico buono , se ben effettuata.
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 132XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio per la risposta.
Convinto che in futuro prenderò in considerazione l'ipotesi del trapianto, vorrei però allora la conferma dell'inutilità del passaggio da 1ml giornaliero di Regaine 5% a 2 ml (dose che ribadisco mi sembrerebbe essere quella normalmente consigliata) oppure 2ml di minoxidil 3%.

Grazie
[#3] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
E' possibile qualche piccolo miglioramento (con aumento però della possibilità di effetti collaterali) ma non muterà verosimilmente la situazione in modo incisivo, a mio parere.
Cordialità
[#4] dopo  
Utente 132XXX

Iscritto dal 2009
Portando i capelli mediamente lunghi una parte di prodotto al momento dell'applicazione si deposita inevitabilmente sui capelli e non sulla cute, quindi alla fine la dose attuale di prodotto assorbito sarebbe anche minore del famoso millilitro.
Allo stato attuale dei capelli ogni piccolo miglioramento sarebbe ben accetto...

Grazie ancora
[#5] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Sappia comunque che l'autotrapianto senza terapia è comunque esteticamente rischioso: se la calvizie continua a progredire il rischio di inestetismi seri sarà evidente: si affidi al dermatologo per chiarire il da farsi e valutare altre strade terapeutiche, ricordando che i risultati si ottengono grazie alla piena collaborazione fra dermatologo e paziente e valutando assieme i test (soprattutto fotografici microscopici e macroscopici) che si effettuano nel tempo.

Accade spesso che i pazienti non notino i miglioramenti se non dopo aver valutato "come erano" prima della terapia.

cari saluti
[#6] dopo  
Utente 132XXX

Iscritto dal 2009
Gentili dottori, grazie delle risposte.
Vorrei precisare una domanda precedente.
Una parte di prodotto al momento dell'applicazione si deposita inevitabilmente sui capelli e non sulla cute, quindi alla fine la dose di prodotto assorbito è minore del famoso millilitro.
In tale millilitro è già calcolata una percentuale di perdita o a seconda della quantità che va sui capelli (che spesso sono proprio "bagnati") è bene abbondare, di un 20% ad esempio?

Ringrazio in anticipo