Utente 281XXX
Buongiorno! Da circa un mese ho un fastidio che negli ultimi tempi diventa persistente. La coincidenza è legata a un rapporto sessuale non protetto con una persona conosciuta da pochi giorni. Circa un mese fa è iniziato un bruciore nella parte inguinale destra. Un fastidio durato qualche giorno e che si ripercuoteva sulla coscia destra. Il bruciore poi si è attenuato, ma a qualche giorno di distanza si è nuovamente manifestato estendendosi alla parte addominale alta destra (immediatamente sotto il costato), alla parte lombare e con una dolenzia ormai permanente ai testicoli. Negli ultimissimi giorni si presenta anche un leggero bruciore al pene. I sintomi si acutizzano quando è lunga la postura in piedi. Il dolore addominale è molto concentrato, come una spada che trafigge, tuttavia di lieve entità. Il dolore lombare talvolta si concentra con leggere fitte in un punto della colonna vertebrale.
Ringrazio per il parere che vorrete esprimere

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro lettore,
il primo consiglio che le posso dare è quello di consultare, senza altri indugi, il suo medico curante e con lui monitorizzare la situazione ed eventualmente richiedere la consulenza di uno specialista . Il secondo consiglio è quello di non avere rapporti sessuali non protetti , soprattutto se la o il partner non sono ben conosciuti.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
[#2] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto
28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
Le consiglio una visita specialistica urologica per escludere un problema infiammatorio infettivo o per escludere un'origine su base calcolotica che potrebbe dare una sintomatologia simile
[#3] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
non credo che per una sintomatologia come quella che Lei riferisce, così variegata e diversificata, sia necessaria d'acchitto una visita specialistica Urologica!!
Ma mi scusi il Suo Medico di base che ci sta a fare? Le consiglio un consulto, in prima istanza, proprio da lui, senza ulteriori indugi. Sarà lui a decidere la strada successiva verso un indirizzo diagnostico preciso. Se lo desdiera ne possiamo riparlare dopo il responso del Collega.
Affettuosi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO