Utente 133XXX
Salve,da circa un anno ho dei forti dolori alle gambe (non sono crampi)con conseguenti risvegli notturni e stanchezza fisica al risveglio.Lavoro tutto il giono in piedi.
Ho problemi di circolazione, sono sovrappeso, mi stata tolta la vena Safena alla gamba dx nel 2004.
Nel 2006 ho fatto un'ecodopler di controllo e mi hanno riscontrato:
incontinente la safena sx e a dx a livello del moncone si rileva la presenza di circoli venosi superficiali che risultano incontinenti alle manovre di Valsalva,sempre a dx si rileva iniziale incontinenza della vena femorale.
Secondo voi puó essere il motivo dei miei dolori? Dovrei operarmi di nuovo?
vi rigrazio.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Massimiliano Zaramella
24% attività
0% attualità
12% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,
visto il tempo trascorso dall'ultimo ecocolordoppler venoso consiglierei intanto di ripetere tale esame diagnostico.
cordiali saluti,
massimiliano zaramella
[#2] dopo  
Utente 133XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio per la risposta, l'avevo immaginato e che ho un po di paura per l'eventuale esito...
Grazie
[#3] dopo  
Utente 133XXX

Iscritto dal 2009
Buonasera,
vorrei chiedervi un'altra informazione.
Ad ottobre 2008 mi é stata asportata una ciste sinoviale al polso DX.
Dovevo fare un'anestesia locale e poi all'ultimo minuto il chirurgo ha consigliato l'anestesia totale perché l'intervento richiedeva piú tempo e perché ha dovuto asportare una piccola "terminazione nervosa" che mi creava problemi.(cosi mi disse il chirurgo)
in piú durante l'intervento mi riscontró i "tendini lassi" e quindi dovetti portare la valva gessata non piú per 20 giorni ma per 35, e DUE mesi di fisiokinesiterapia.
In pratica ne sono uscita quasi esaurita.(premetto che non ho mai smesso di lavorare nel frattempo)
Ad aprile 2009 mi accorgo di avere una pallina identica sull'altro polso, ho fatto l'Eco e mi e stato detto che ho un'altra ciste sinoviale.(Pensi il mio stato d'animo al pensiero di dover rifare tutto.)
Ora le chiedo si puó evitare l'intervento e magari tentare prima un'altra soluzione?
Com'é possibile che nel giro di pochi mesi mi sia venuta nell'altra mano?
É vero che ci sono persone che le producono piú di altre?
Per ultimo da cosa puó dipendere?
La ringrazio in anticipo per le risposte che potrá darmi.