Utente 143XXX
buongiorno, vi scrivo per chiedervi un parere.
ho 26 anni sono alto 186cm e peso 76kg da circa un anno soffro di continui dolori al petto, più precisamente nella parte superiore sinistra (sotto la clavicola) questi dolori vanno e vengono, nel senso che non li ho tutti i giorni, sono dolori che mi durano 5-10 minuti
2 mesi fa ho chiesto un parere al mio medico di famiglia e lui mi ha mandato a fare un
ecg sotto sforzo a ciclo continuo, l'esame è andato bene ho raggiunto il livello massimo senza nessun problema. poi ho fatto un rx al torace e anche quello andava bene. non contento ieri sono andato da un cardiolo gli ho fatto vedere gli esami e lui mi ha visitato, mi ha detto che secondo lui il mio non è un problema cardiaco ma muscolare e che tutto questo mi ha scaturito una forte ansia....
il problema è che oltre hai dolori io sento anche come un oppressione alla gola e dispnea, quando sono a riposo devo continuamente fare respiri profondi che a volte non mi vengono, e ultimamente anche mentre lavoro facendo sforzi sento come se mi mancasse l'aria. ma non tutti i giorni è cosi, ci sono giorni che sto malissimo e giorni che invece va un pò meglio! ma ho sempre questa senzazione di agitazione senza motivo... adesso io vi chiedo, secondo voi potrebbe trattarsi di ipertiroidismo? visto che mi sento la gola stringersi e sono dimagrito un pò o è solo semplice ansia? il cardiolo mi ha prescritto lo xanax ma io non voglio prenderlo, esiste qualcosa di naturale simile allo xanax? ah dimenticavo, dopo ecg da sforzo ho effettuato una visita dal medico sportivo e dopo un ecg da sforzo con gradino mi ha detto che andava bene ma ho un recupero lento... saranno le sigarette?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
di certo la sua respirazione non può migliorare se continua a fumare, quindi la prima misura da intraprendere è sicuramente l'astenersi dal fumo, poi per quanto riguarda la valutazione della funzionalità tiroidea, basta un semplice prelievo venoso, in generale la sintomatologia sembra effettivamente di natura ansiosa: si aiuti con l'utilizzo di valeriane e/o camomille.
Saluti