Utente 146XXX
Buonasera, circa un mese fa mi hanno diagnosticato una prostatite. Sono in attesa di effettuare esami colturali richiesti da urologo, dopo che il medico di base mi aveva prescritto ORAXIM 500g due volte al giorno per due settimane.
In questo mese, tranne che nella fase acuta dei sintomi, non ho avuto problemi sessuali, tranne l'impressione di emettere molto più sperma di prima, e i sintomi dolorosi sono notevolmente regrediti dalla loro comparsa.
Venerdì però il medico di base mi ha visitato nella zona perineale. Mi ha tastato vari punti provocandomi un male acuto, che è continuato tutto Venerdì e in parte Sabato; come all'inizio di questo mio malanno avevo difficoltà a cominciare ad urinare e mi era scomparso sia desiderio sessuale che erezione. Ora il male che quella visita mi ha provocato è notevolmente passato, ma continuo a non riuscire ad avere erezione, pur essendo ricomparso il desiderio. Quando penso ad una situazione eccitante, sento subito dietro ai testicoli formicolio e uno strano "movimento" mai provato prima.
Il medico ha scatenato qualcosa di strano? Pensate sia una situazione passeggera? Mi piacerebbe avere un vostro parere, in attesa di consultare l'urologo Lunedì.
Arrivederci.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,intanto ha avuto dolore acuto nella esplorazione rettale,in quanto,evidentemente persiste una prostatite,magari contemporanea alla presenza di emorroidi.La fenomenologia riferita non incide in maniera diretta sul meccanismo erettile e,certamente,la manovra eseguita non ha creato alcun danno allo stesso.Cordialita'.
[#2] dopo  
Utente 146XXX

Iscritto dal 2010
Dottore, specifico che non mi è stata eseguita esplorazione rettale, ma il Medico si è limitato a tastarmi la zona perineale "dall'esterno", provocandomi grande dolore.
Mi faccia capire meglio per favore il Suo pensiero: vuole dire che questa incapacità improvvisa ad ottenere l'erezione è legata al dolore della visita e quindi una volta passato questo, tornerà tutto normale?
Buona Domenica.
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...ribadisco che non esiste una correlazione diretta tra la fenomenologia riferita ed il calo erettivo,tantopiu',o tantomeno,a seguito di una esplorazione manuale da parte del medico,tralaltro esterna....E' chiaro che,una volta scomparso il dolore,anche l'erezione ne trarra' giovamento.Cordialita'.
[#4] dopo  
Utente 146XXX

Iscritto dal 2010
In effetti da quella visita sento come un sasso dietro ai testicoli, che diventa molto più duro quando tento di avere erezione. Inoltre, devo urinare spesso, con gettito lieve e dopo la minzione mi rimane una goccia di urina. Grazie arrivederci.