Utente 153XXX
Salve a tutti, innanzitutto ringrazio anticipatamente per le eventuali risposte.Espongo subito il mio problema.
Circa 20 giorni fà (12/3)la sera ho provato una sorta di fastidio o indolenzimento non saprei come chiamarlo lungo l'asta del pene diciamo dalla base fino al glande, come se da flaccido fosse invece ancora turgido. Al tatto soprattutto nella zona sinistra era dolente.Non avevo bruciori ad urinare.Nel pomeriggio avevo ricevuto un rapporto orale.Dopo qualche giorno mi sono recato per precauzione da un urologo (snche andrologo) che mi ha detto che non ha ricontrato nè noduli nè placche (con pene a riposo) e che poteva essere solo linfangite dovuta forse al rapporto, quindi di stare a riposo dall'attività sessuale per una settimana.Mi ha controllato anche i testicoli e varicocele non riscontrando nulla se non testicoli mobili.
Dopo la visita però ho avuto anche dolori al basso ventre e mi faceva male un testicolo, così il giorno dopo son andato dal mio medico curante che mi ha detto di avere una epididimite, che ho curato con tavanic 500 per 5 giorni e sembra sia andato tutto a posto.
Avevo anche chiamato l'urologo il quale mi ha detto che probabilmente era in corso un'infezione che si è manifestata successivamente.
Il fatto è che l'altro ieri anche solo dopo una masturbazione mi si è ripresentato il problema per il quale mi ero recato dall'urologo.
Preciso che in erezione non mi pare di provare alcun dolore.
Vorrei sapere se potrebbe essere "solo" linfangite, se c'entra con l'epididimite (ma non credo) come poterla curare e se magari non sia necessario fare degli accertamenti ulteriori come un'ecografia peniena.
Grazie dell'attenzione...cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
...difficile poterle dire qualcosa senza visitarla. Ecografia? Direi che la cosa più opportuna sia poterla visitare direttamente.
[#2] dopo  
Utente 153XXX

Iscritto dal 2010
Grazie della risposta. Infatti stamattina mi son recato di nuovo dal medico curante che per sicurezza mi ha prescritto un'ecografia ai testicolo e al pene...ma non crede sia linfangite dice che si vedrebbe.
[#3] dopo  
Utente 153XXX

Iscritto dal 2010
Riporto l'esito delle ecografie.
"Testicoli in sede,normali per morfologia, dimensioni ed ecostruttura senza alterazioni diffuse o focali.
A carico della testa dell'epididimo di sinistra piccola cisti semplice appena superiore ai 4 mm.
Null'altro a carico degli epididimi da entrambi i lati.
Congestione del plesso pampiniforme di sinistra.
Non segni di idrocele sia a destra che a sinistra.
Modesto e diffuso ispessimento del setto intercavernoso; null'altro in ambito penieno documentabile con la metodica."
Domani porterò l'esito dal mio medico.
Comunque ho capito cercando su internet di avere il varicocele che a quanto pare fino ad ora era asintomatico.Non ho capito se da una visita clinica "accurata" urologica/andrologica non ci si possa accorgere se uno abbia o meno il varicocele, dato che non era stato riscontrato.
Ad ogni modo ho letto che può anche non essere operato.
Diciamo che mi preoccupa di più l'ispessimento (quell'indurimento di cui parlavo che al tatto specialmente a sinistra è un po' dolente).
Da cosa può dipendere? E' curabile?
Premetto che ho una curvatura del pene in erezione a sinistra ma congenita e non mi ha mai dato alcun fastidio.
Scusate del disturbo
grazie