Utente 152XXX
salve, mio marito 33 anni, è parecchi mesi che lotta con la prostatite, ha utilizzato antibiotici come BASSADO, PRIXAR, rocefin, la situazione è migliorata ma non del tutto perchè all'ultima visita, è stata riscontrata ancora la prostata ingrossata E LUI OGNI tantoa accusa ancora fastidi.
Premetto che cerchiamo un bimbo da piu' di 2 anni, io ho 30 anni, ho avuto una gravidanza extra uterina e due aborti spontanei alla 6 settimana ed il suo spermiogramma non è dei migliori (spermatozoi normali 6% e abnormi 94%)
Leggendo gli effetti collaterali, di cui il dottore non ci ha parlato, mio marito non è propenso all'utilizzo di tale farmaco in quanto provoca danni al liquido seminale, visto che il suo è già bruttino, ci chiediamo se veramente vale la pena rischiare con 3 mesi di AVORDAT o se ci sono altri farmaci meno aggressivi.
Per favore non diteci di parlarne con lui, perchè non siamo rimasti molto contenti della visita pagata profumatamente tra l'altro.
Grazie per la Vs. attenzione.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giulio Biagiotti
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
salve.
avodart o avordat? dutasteride?
[#2] dopo  
Utente 152XXX

Iscritto dal 2010
Avodart 0,5 . Dutasteride, mi scuso avevo scritto male.
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

mi sembra che l'andrologo consultato non abbia chiare competenze in patologia della riproduzione umana.

Ad un uomo che cerca prole l'indicazione terapeutica ricevuta non va seguita.

Però da questa postazione, senza poter valutare il suo quadro clinico complessivo e senza poter fare una valutazione diretta, nessuna terapia mirata e precisa possiamo indicarle.

Risenta il suo medico curante e con lui valuti la necessità di riconsultare un esperto andrologo.

Sarà lui a darle le indicazioni diagnostico-terapeutiche corrette.

Un cordiale saluto.
[#4] dopo  
Dr. Giulio Biagiotti
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
appunto...
[#5] dopo  
Utente 152XXX

Iscritto dal 2010
Vi ringrazio per le Vs. risposte.

Oggi, abbiamo parlato con un altro andrologo che ha potuto visionare la sua storia clinica, visto che in 7 mesi di cure, non è arrivato ad una completa guarigione, ci ha consigliato di fare la terapia, spiegandoci che può influenzare negativamente il volume seminale ma solo temporaneamente durante il trattamento.

A questo punto mi sorge un dubbio, che mio marito non ha chiesto al dottore, allora chiedo un Vs. gentile parere, durante il trattamento, i rapporti devono essere protetti?

Nell'ipotesi remota che possa rimanere incinta, potrebbe essere pericoloso?

Grazie.
[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore o lettrice,

non ci sono segnalazioni in questo senso e la sua ipotesi di "pericolosità" non ha una base razionale.

Un cordiale saluto.