Utente 157XXX
Buongiorno, sono una ragazza di 26 anni, dall'ottobre 2008 a febbraio 2009 ho avuto con certezza decimi di febbre tutti i giorni (la mia temperatura variava da 36.5 a 37.3). da febbraio fino a gennaio2010 non l'ho più misurata xchè ho lavorato. dopo ho iniziato a misurarla a seguito di raffreddamento ed ho potuto constatare di avere i decimi ancora tutti i giorni. 6 anni fà ho avuto la mononucleosi e alcuni hanno detto che potevano essere dei suoi strascichi. l'altro giorno sono andata al reparto infettivi dove mi hanno detto che non può essere causata dalla mononucleosi perchè è passato troppo tempo; nemmeno lì capiscono che cosa ho. non ho nessun disturbo a parte un pò di caloria quando mi sale la temperatura. dalle analisi delle urine però ho potuto notare di avere presenza di albumina (a 10 e il valore va da0a20)e densità 1027 (il max è 1020). ho letto che l'albumina non dovrebbe esserci, potrebbero i mieidecimi dipendere da questo? Anche mia nonna aveva albumina nelle urine (aveva anche diabete e problemi cardiaci)potrebbe essere ereditario? spero di avere una risposta. grazie mille!

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Filippo Mangione
28% attività
0% attualità
16% socialità
PAVIA (PV)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Gentile Utente,

non mi esprimo in merito alla febbre, sintomo che pare essere stato già indagato anche se non è chiaro con quale modalità e che sicuramente merita una valutazione approfondita.

Per quanto concerne l'albumina, come lei ben dice il valore sembra normale per il test che è stato utilizzato, che pare semi-quantitativo.
Oggigiorno questi test possono essere utili come screening, tanto più se in presenza di determinati fattori di rischio (diabete, ipertensione, obesità). Anche in questi casi, tuttavia, la concentrazione di albumina può variare in ragione del grado di concentrazione delle urine (e le sue sembrano concentrate), per cui si preferisce utilizzare il rapporto tra albumina e creatinina urinarie come test di elezione anche su striscia reattiva.

Non ritengo che i suoi "decimi" dipendano dall'albumina, che ripeto risulta "normale" (nel senso che il test non è sufficientemente sensibile per discriminare l'assenza da una modica presenza di albumina!), mentre in teoria potrebbe essere vero il contrario.

L'invito è quindi quello di approfondire il problema della febbricola.

Saluti
[#2] dopo  
Utente 157XXX

Iscritto dal 2010
LA RINGRAZIO PER LA RISPOSTA CMQ LE SCRIVO LA MIA STORIA CLINICA INSIEME A TUTTI GLI ACCERTAMENTI.
cefalea nell'infanzia, episodi sincopali (soffio sistolico aortico; successivi accertamenti cardiologici negativi). MAGGIO 2000 intervento chirurgico di asportazione di volumninosa cisti ovarica dx per via laparoscopica, dopo intervento (in terapia ormonale)decimi di febbre per circa 1 mese(VES 18, a tutt'oggi varia da 17 a 27. prima intervento Ves a 5), disturbi intestinali (stitica e presenza di muco nelle feci,quindi sindrome emorroidaria con perdite di sangue-coprocolture effettuate tutte negative).MAGGIO 2001 intervento di escissione chirurgica di melanoma M. a diffusione superficiale (eseguo controlli semestrali o annuali).Sospensione cura ormonale per programmazione intervento chirurgico al seno si effettuano esami che riscontrano una pregressa alterazione del sistema emocoagulativo da interferenze con terapia ormonale (livelli di fattore VIII e fibrinogeno aumentati e livelli di proteina C ridotti)persistenza fibrinogeno lievemente più alto del valore normale massimo.GENNAIO 2002 elettroforesi evidenzia i seguenti valori: albumina 39.7 (52-65) alfa1 4.7 (1.5-4) alfa2 16.3 (9-14)beta 22.7 (9-15) gamma 16.6 (10-19). GIUGNO 2002 asportazione 2 noduli fibroadenomi (presenza altri fibroadenomi di dimensioni inferiori). nel mese di LUGLIO recidiva di cisti ovarica sx controllata da nuova cura ormonale. RM encefalo: innalzamento a tenda ipofisi; RM con contrasto non documenta adenomi ipofisari - ultima indagine 2004-invariata)GENNAIO-MARZO 2003 mononucleosi infezione primaria fase acuta. SETTEMBRE 2007 gastrite (terapia limpidex).MAGGIO 2008 varicella (terapia anti virali).Da OTTOBRE 2008 febbricola associata a tachicardia, astenia, sensazione di calore, perdurante fino ad oggi associata solo ad una sensazione di calore.ESAMI DEL 2008 con valori normali: emocromo, azotemia, creatinina, uricemia, got, gpt, toxoplasma IgG e IgM, rosolia igG IgM, citomegalovirus IgG e IgM, VES, PCR, anticorpi anti perossidasi, TAS, elettroforesi (albumina, alfa1 alfa2, beta2 e gamma), Ab Anti-nDNA, ab ANTI-NUCLEO, ab ANTI-HCV, HPLC,CPK, GLICEMIA, REUMA TEST, TAMPONI VAGINALI,TAMPONI FARINGEI, URINOCULTURA, tipizzazione linfocitaria; ecografie seno(invariata grandezza fibroadenomi), ovaio, fegato, colecisti, milza, tiroide. SI EVIDENZIA: Esame Lattico deidrogenasi 213 (240-480); Ab Epstein-Barr IgG-VCA 505, IgG-EBNA >600, IgM 74.8 (v.r. negativo <20); Elettroforesi Beta1 8.2 (4.9-7.2); esame striscio periferico: soltanto pochi tra i linfociti osservati mostrano note di attivazione; ecografia rene evidenzia calcolo di 6mm a destra (terapia uva ursina) non più evidenziato nella successiva dopo 6mesi. 31.01.2009 PCR EPSTEIN-BARR quantitativo: assenza del DNA virale.ULTIME ANALISI 12.02.2010: ferritina 1.2 (15-150) sideremia 156 (50.170) hbg 5.1 (4.3-6.1) uricemia 4(2.5-6.8) ves 19 (0-15), tas 159 (0-200), pcr 5.3 (0-8), d-dimero 0.2 (0-0.3); esame urine ph 6, albumina 10 (0-20), densità 1027 (1005-1020), urobilionogeno tracce.