Utente 159XXX
gentilissimi Dottori, io (37) mio marito (43) è da un pio di anni che cerchiamo un bimbo ma purtroppo non avendo visto nessun risultato abbiamo deciso di fare alcune indagini (vista l'età), purtroppo l'esito dello spermiogramma di mio marito e' il seguente:
ASTINENZA: 4G
ASPETTO: TORBIDO
COLORE: NORMALE
VOLUME: 4,5
PH: 7,6
FLUIDIFICAZIONE: COMPLETA
VISCOSITA': FISIOLOGICA
N NEMASPERMI: 76 MILIONI/ML
N NENASPERMI TOT: 342 MLN
N NENASPERMI MOBILI TOT: 181 MLN
MOTILITA' TOT (60MINUTI): 53%
MOTILITA'RAPIDA PROGR: : 4%
MOTILITA' LENT.PROGRES: 23%
MOTILITA' DISCINETICA: 21%
MOTILITA' AGITATORIA IN LOCO: 5%
FORME VITALI: NON VALUTATE
FORME TIPICHE E FISIOLOGICHE: 11%
ATIPIE TESTA: 88%
ATIPIE PZ. INTERMEDIO: 16%
ATIPIE CODA: 7%
TZI: 1,25
SDI: 1,11
LEUCOCITI: -
SPERMIOAGGLUTINAZIONI: ASSENTI
ALTRO: -
GIUDIZIO: ASTENOTERATOZOOSPERMIA

ALLA LUCE DI QUESTO NON RIUSCIAMO A CAPIRE QUANTO E' GRAVE LA SITUAZIONE, SI PUO' CURARE ? abbiamo pensato di rivolgerci ad un andrologo (telefonerò già inzio settimana per un appuntamento) la mie domande sono le seguenti:
- quanto è grave la situazione?
- E' risolvibile con una cura oppure dobbiamo passare per la pma (iui, fivet, icsi?)
- c'è una remota possibilità di rimanere incinta naturalmente?
VI RINGRAZIO IN ANTICIPO E SPERO PRESTO IN UNA RISPOSTA (MIO MARITO E' TALMENTE GIU' DI MORALE CHE NON E' RIUSCITO NEMMENO A SCRIVERE QUESTA MAIL)
NEL CONTEMPO VI TINGRAZIO E VI AUGURO BUON LAVORO

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Cara signora,
vi sono alcuni fattori che sembrano pregiudicare la fertilità della vostra coppia. I fattori maschili sono da ascrivere ad alterazioni della motilità e della morfologia degli spermatozi, le cause sono una dozzina, e la gravità dellqa alterazione dipende dalla patologia che la ha generata.
In secondo luogo le signore dopo i 35 anni hanno bruschi cali di fertilità dovuti alla riduzione della riserva ovarica.
Pertanto la situazione del marito va valutata anche in relazione a quanto tempo (mesi) ci si mette a sistemarla, che magari si guadagna in fertilità in senso maschile e se ne perde in senso femminili col passare dei mesi. Pertanto un andrologo esperto in riproduzione umana è di rigore, tene4ndo bene aperta la possibilità di una PMA. La possibilità di rimanere incinta naturalmente dopo due anni di tentativi è del 5% anno, contro il 18% al mese di coppia sana.