Utente 161XXX
gentilissimi dottori sono un ragazzo che ha fatto una cura psichiatrica poi sospesa allora ho assunto i seguenti medicinali:
paroxetina piu'xanax:un mese dosi 20 mg poi scalata a 10 mg e smessa
duloxetina:sempre assunta per un mese dosi da 30 mg a 60 mg poi scalata per smetterla.
antipsicotico atipico piu'amisulpride:cura fatta per un mese poi sospesa e smessa.
io adesso ho sospeso tutto ma propio tutto e'il caso ke faccia delle valutazioni ormonali o una visita andrologica per verificare il mio stato di salute maschile?P.S le cure sono state fatte a mesi alterni un mese una e un mese un'altra perche'mi provocavano effetti collaterali,fortunatamente adesso sto bene e ho smesso ma la mia paura e'a livello sessuale e i meccanismi di tali molecole su di esse.vi ringrazio per le vostre future risposte

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mario De Siati
32% attività
20% attualità
16% socialità
ALTAMURA (BA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2000
Se al momento non presenta problemi sessuali la visita andrologica non è imperativa.

distinti saluti
[#2] dopo  
Utente 161XXX

Iscritto dal 2010
dottore mi scusi nel caso volessi indagare propio sull'assunzione di questi medicinali gli accertamenti specifici da fare quali sono?un semplice prelevio del sangue o un ecocolr doppler penieno?le volevo inoltre domandare potrebbe un medicinale assunto e sospeso provocare danni irreversibili sulle erezioni spontanee e sul sistema vascolare?grazie infinite della sua risposta
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Via queste strane fantasie cliniche e, come spesso ripeto da questo sito, vista la sua "giovane" età, approfitti di questi "disturbi-malesseri" e non sicurezze , per conoscere finalmente , se non ancora fatto, il suo andrologo di fiducia.

Impari dalle sue compagne e dalle donne che la circondano che sicuramente, alla sua età, già conoscono il loro o la loro ginecologa.

Un cordiale saluto.