Utente 150XXX
Gentili Medici,

sono in terapia antiretrovirale per HIV da un anno e mezzo. Partito da valori di cd4 molto bassi che mi hanno causato una polmonite opportunistica, dopo circa un anno e 3 mesi sono arrivato a 586 cd4 con percentuale 23.3%....si dice che un completo recupero immunologico si ha superata la soglia dei 500, però leggendo la percentuale di riferimento sulle analisi c'è scritto che in caso di normalità si va da 36% a 55%....come si può spiegare questa discordanza tra il mio volore assoluto di 586 cd4 e la mia percentuale di 23.3%??

Grazie.

Cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Buonasera.
Si spiega semplicemente con il fatto che non esiste una discordanza. Un valore percentuale è per definizione un valore relativo, che nel caso specifico risente del valore degli altri sottotipi cellulari. Evidentemente non è cresciuto solo il numero dei CD4, ma anche quello degli altri linfociti, in modo da mantenere la percentuale di CD4 relativamente bassa.
Dal punto di vista pratico, è il numero assoluto quello che conta.
Saluti,
[#2] dopo  
Utente 150XXX

Iscritto dal 2010
Quindi devo considerare la crescita dei globuli bianchi nel complesso come un'effetto positivo della terapia...
[#3] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
E di probabili variazioni dello stile di vita.
Saluti,
[#4] dopo  
Utente 150XXX

Iscritto dal 2010
Che intende, se posso?
[#5] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Abitudini sessuali, consumo di farmaci/droghe, ritmo sonno-veglia, alimentazione, ecc.
Saluti,
[#6] dopo  
Utente 150XXX

Iscritto dal 2010
Bè diciamo che per tutte queste cose sono sempre stato senza eccessi, zero droghe....certo ci deve essere stato un incidente di percorso per quanto riguarda le prime in elenco.
Grazie del consulto.
Saluti
[#7] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Prego. Saluti,