Utente 146XXX
Salve:
Sono un uomo di 34 anni, fortemente in sovrappeso (110 kg x 186 altezza).
ho iniziato da ragazzo ad avvertire quello che il mio medico ha definito extrasistole, ogni tanto, come se il cuore cedesse un battito, oppure ne accelerasse due e poi ne mancasse uno...
da ragazzo, gli episodi si presentavano una, due volte l'anno, in periodi di particolare stress, (che so essere una causa scatenante).
ultimamente, mi capita ( a causa del lavoro) di dormire poco e male, e spesso in orari diurni, e sottoposto a forte stress su vari fronti, queste extrasistole, si presentano in maggior numero 5 - 10 al giorno, specialmente da sdraiato, prima del sonno.
ho fatto prima del periodo estivo ( in cui faccio due lavori) un ellettrocardiogramma sotto sforzo, che non ha evidenziato nessun problema, ma il medico, mi ha suggerito di ridurre lo stress.
questi episodi, quanto possono essere pericolosi? è possibile eliminare completamente il problema?

in attesa di vostre nuove porgo cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
E' verosimile che il suo problema sia quello di un'ernia jatale, infatti lei si definisce in forte sovrappeso e le aritmie paiono evidenziarsi specie da sdraiato. Il fatto che la prova da sforzo sia negativa la deve tranquillizzare. Lo stress e' sicuramente una concausa, ma e' molto difficile ridurlo. Si rassicuri pero' che le extrasistoli NON creano danni al cuore. Programmi un holter cardiaco, per quantificare le aritmie. Cordialita'. Cecchini