Utente 166XXX
Gentili dottori, la settimana scorsa ho avuto un episodio improvviso di orticaria acuta curata dopo 3 giorni dall'allergologa con una dieta oligoantigenica(solo pollo, riso, lattuga, pera sbucciata e thè) ed antistaminico per 15 giorni; successivamente dovrò eliminare per un mese cibi ricchi di istamina. Da qualche giorno tuttavia accusavo forti dolori alla gola, con tonsille piene di placche, per cui mi è stata prescritta azitromicina per 3 giorni in quanto la penicillina con orticaria non era adeguta. tuttavia il trattamento non è stato risolutivo, per cui stamattina mi sono recata al laboratorio analisi e ho effettuato un tampone faringeo insieme al test di Paul-Bunnel per mononucleosi per mio dubbio personale(sono studente di medicina). Ebbene risulto positivi ad entrambi. Ora come mi devo comportare? la penicillina non posso prenderla a a causa sia dell'orticaria che della mononucleosi, posso fare uso di una cefalosporina di terza generazione come consigliato dal medico di base senza rischi? C'è il rischio di uno schock anafilattico assumendo questo antibiotico con orticaria? e poi mi chiedevo se in generale l'orticaria idiopatica, in un soggetto che non ha mai presentato allergie, aumenta il rischio di reazioni allergiche come appunto l'anafilassi?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Antonio Corica
40% attività
8% attualità
12% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
In corso di mononucleosi gli antibiotici, specialmente i macrolidi possono dare orticaria ......e pertanto sono controindicati assolutamente ..... e forse che l'orticaria non sia stata causata dalla azitromicina, data per la cura del mal di gola?

La mononucleosi è dovuta a un virus e l'antibiotico se non ci sono sovrainfezioni è indispensabile nel suo caso?

In poche parole ha febbre?
[#2] dopo  
Utente 166XXX

Iscritto dal 2010
Mi scusi per la mia poco chiara descrizione della sequenza temporale: tutto è cominciato con l'orticaria senza che assumessi alcun farmaco e senza causa evidente, qualche giorno dopo l'inizio della cura per l'orticaria(dieta ed antistaminico)ho accusato forte mal di gola con placche alle tonsille ma senza febbre e l'allergologa mi ha prescritto azitromicina per evitare una penicillina(a suo dire più pericolosa per l'orticaria) ma l'orticaria non si è ripresentata. Dopo i 3 giorni di terapia con Zitromax avevo ancora placche e dolore per cui ho fatto un tampone faringeo e, per scrupolo personale, anche gli esami per EBV. Sono risultata positiva ad entrambi. Al momento ho mononucleosi in fase attiva con sovrainfezione streptococcica il tutto senza febbre e l'orticaria non si è ripresentata.
Sto assumendo antistaminico ma sia l'allergologa sia il medico di base sono incerti su come trattare lo streptococco: no alla penicillina che non è compatibile con la mononucleosi e no ai macrolidi che non funzionano! mi restano le cefalosporine, ma è la terapia corretta? Potrebbero far ricomparire l'orticaria? E c'è rischio nella loro assunzione vista la situazione?