Utente 182XXX
Buongiorno,
ho 30 anni e durante la seconda gravidanza ho notato un gonfiore sovra ombelicale, leggermente dolente che andava aumentando di volume via via che la gravidanza progrediva.
Dopo aver partorito questo gonfiore è temporaneamente diminuito per poi ritornare, aumentato e dolorante, circa 2 mesi fa (ora il mio bambino ha 9 mesi).
A questo punto dopo un po' di riflessione ho chiesto al mio medico di fare accertamenti, e dopo un ETG muscolotendinea il referto è stato questo: (lo trascrivo integralmente)
L'ETG eseguito con sonda ad alta risoluzione in corrispondenza del reperto palpatorio localizzato in regione sovra ombelicale evidenzia porta erniaria di 1,5 cm con estroflessione viscerale di cm 3,6 x 1,5, circa dopo l'esecuzione della manovra di valsalva.

A questo punto ho effettuato una visita chirurgica e il medico mi ha riferito che l'intervento con inserzione di mesh andrebbe fatto subito. Ho chiesto di poter rimandare di qualche settimana per organizzare la gestione dei bambini e soprattutto perchè allatto ancora il piccolo e non vorrei smettere.

la mia domanda è questa:
E' vero che la riabilitazione prevede di non sollevare pesi per almeno 2 mesi?
E se così fosse per pesi si intende quindi anche il mio bambino di 9 mesi che presumibilmente inizierà a camminare in questo periodo? O pesi maggiori?
Inoltre vorrei sapere se questo tipo di intervento si effettua in sedazione o con spinale, e più o meno quanti giorni di ricovero necessita.

Vi ringrazio fin da ora e scusate il numero eccessivo di domande.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
In linea di massima l' intervento puo' venire programmato, sicuramente è opportuno un periodo di relativo riposo postoperatorio e l' intervento puo' venire eseguito con diverse tecniche di anestesia e modalita' di ricovero in base ad elementi da valutare singolarmente, dall' intervento in day surgery in anestesia locale, alla degenza ordinaria con anestesia generale. Auguri!
[#2] dopo  
Utente 182XXX

Iscritto dal 2010
La ringrazio per la tempestiva risposta, tuttavia mi aspettavo che gli elementi da valutare fossero presenti all'interno del referto e che quindi potessi ricevere una risposta un po' più precisa o almeno un consiglio a riguardo vista la mia situazione.
Grazie comunque



[#3] dopo  
Dr. Stefano Enrico
24% attività
4% attualità
12% socialità
ORBASSANO (TO)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
L'intervento attualmente può essere eseguito per via tradizionale, di solito in anestesia loclae e con ricovero in Day Surgery, oppure con tecnica laparoscopica, posizionando la rete in sede intraperitoneale. In questo caso si può fare in regime di Day Surgery o di Ricavero Ordinario, con degenza comunque breve, ma l'anestesia è per forza generale.
Solo con la visita si può dare l'indicazione al trattamento più adeguato al caso.
In ogni caso la ripresa delle attività abituali è rapida. Si richiede comunque di evitare attività fisica intensa per qualche settimana.
Auguri,
[#4] dopo  
Utente 182XXX

Iscritto dal 2010
Grazie mille, mi avevano prospettato tempi più lunghi di ripresa... proprio perchè ho un bimbo di 9 mesi che sta per imparare a camminare mi ero preoccupata molto!