Utente 446XXX
Salve

da quasi tre anni ho una storia con una splendida donna più giovane di me (io ho 42 anni e lei 30).
All'inizio non ho mai avuto nessun problema, ma da un paio di anni circa mi succede che qualche volta non riesco ad avere l'erezione o a mantenerla durante il rapporto.

I casi di cui parlo si contano sulle dita di una mano, nell'arco di tempo suddetto.

Che problemi potrei avere?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,innanzitutto complimenti ed auguri...in secondo luogo il fatto stesso che ci tiene a sottolineare che in tre anni le defaillances si contano sulle dita di UNA mano dà la misura del problema.Se Le capita una notte di non dormire non credo che si definirà insonne (penserà alle tasse o al mutuo...),se una mattina l'alvo si bloccherà non si definirà stitico (lo attribuirà alla cena pesante della sera prima...),entrambe le funzioni sono spontanee e quindi non comandabili alla bisogna,così come lo é la funzione erettile che,per il futuro,necessita una tutela sempre maggiore della salute,dell'alimentazione,degli stili di vita.
Auguri sinceri!
[#2] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
caro utente,
come detto se tali casi sono sporadici non c'è nulla da preocuparsi, se però dovessere ripetersi con più freguenza è consigliabile una visita andrologica
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
anch'io condivido le sagge parole scritte dal collega Izzo, ma, vista la scarsa abitudine degli uomini a consultare il loro specialista di riferimento, cioè l'andrologo, visti i suoi "dubbi" e vista anche la sua età non più "tenera", se mai fatta, le consiglio , come fanno tutte le signore con il loro ginecologo, una attenta valutazione da parte di un esperto andrologo.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org

[#4] dopo  
Dr. Stefano Garbolino
36% attività
4% attualità
20% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Gentile utente,
la regola non è che il pene deve sempre e comunque essere "rigido" quando vi è un rapporto sessuale. E' fisiologico e usuale che alcune volte tale erezione non si verifichi in modo preciso, immediato e sia un'erezione "marmorea". Le cause di tutto ciò vanno ricercate in situazioni in cui per esempio la voglia di avere rapporti non è così elevata, la situazione contingente non è così piacevole, la voglia di avere un rapporto è vincolata da situazioni d'ansia, ecc. ecc.
Nel suo caso credo che sia una situazione non preoccupante ma per poter capire meglio è necessario una contestualizzazione più precisa. Potrebbe infatti a livello informativo rivolgersi presso un Medico specializzato in Sessuologia.
Cordialmente
[#5] dopo  
Dr. Daniele Masala
28% attività
4% attualità
12% socialità
POZZUOLI (NA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
caro signore stia tranquillo e prenda in considerazione il problema solo se sussiste, ovvero solo se la frequenza di esso supera le volte in cui invece il rapporto funziona bene. Potrebbe essere utile una visita presso un urologo.
Cordiali saluti,
dott Daniele Masala.
[#6] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto
28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
direi di stare tranquillo per ora e di non porre attenzione al problema
è probabilmetne un evento passeggero legato allo stress
se persiste in maniera costante si rivolga ad un andrologo
[#7] dopo  
Dr. Daniel Bulla
48% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2003
Gentile Utente,
pur comprendendo le sue ansie mi sento di sottoscrivere quanto consigliato dal Dottor Izzo, per ora non mi allarmerei più di tanto; se mai tra qualche mese lei riscontrasse ancora delle difficoltà, dopo una valutazione andrologica mi rivolgerei ad uno psicologo o sessuologo.

Ma per ora non perda la serenità

Cordialmente

Daniel Bulla

dbulla@libero.it
[#8] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
vista la sua età e i problemi lamentati . Se mai fatta una valutazione andrologica è giunto il momento di farla , senza tergiversare oltre.
Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org