Utente 190XXX
da qualche anno (6 all'incirca) soffro di una ciste pilonidale ad altezza sacrale, già operata una volta (3 anni fa) si è riformata e su consiglio medico mi è stato detto di lasciar perdere se il fastidio non è eccessivo. ora da un pò di tempo (un annetto circa) ho notato che dopo l'eliminazione intestinale, del sangue nella carta igienica. all'inizio ho lasciato perdere, ma vedo che ogni tanto mi succede di nuovo. è possibile che sia un sanguinamento rettale? oppure è semplicemente sangue che proviene dalla cisti? mi devo allarmare? proprio è difficile distinguere se il sangue si trovi nelle feci o provenga dalla cisti. chiedo consiglio considerando che ho un'alimentazione non proprio corretta (poche fibre) e molto alternata e ho 24 anni. grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Se il sangue derivasse dalla cisti sacro-coccigea lo troverebbe in corrispondenza dell'orifizio esterno del tramite fistoloso, che normalmente si trova qualche centimetro piu' in alto dell'ano. Se invece, come sembra, dovesse provenire da quest'ultimo la causa potrebbe essere una patologia del colon-retto, probabilmente benigna vista la sua giovane eta'. Queste mie supposizioni non possono pero' essere considerate piu' che tali: per averne certezza e' indispensabile che lei si sottoponga ad una visita diretta.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 190XXX

Iscritto dal 2011
quando parla di patologia benigna cosa intende?
[#3] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Ragadi, emorroidi...
Cordiali saluti