Utente 193XXX
Salve,
Cercherò di essere chiaro ed esaudiente nel formulare il mio dubbio, ma mi scuso in anticipo per l'incapacità di dare nomi ai sintomi.
Premessa: Ho 21 anni, ho fumato per 5 anni, a periodi alterni in media 3 sigarette al giorno, parecchie volte senza filtro, sono in periodo di esami universitari, quindi sotto gran stress.
Da qualche giorno ho dei dubbi sulle condizioni della mia cavità orale, spesso (fin dagli anni dell'infanzia) mi appaiono delle afte, solitamente di diametro 5mm a volte a grappolo, di questo non mi preoccupo più.
Qualche tempo fa mi è apparsa una cosa molto strana, una specie di onda lunga, nell'interno della guancia, parte da metà della guancia e va verso gli zigomi, ha lunghezza di 2 cm circa, comunque sempre nella parte interna della guancia.. non so bene come definirla ma è come se il tessuto si sia spostato verso sù formando una specie di avvallamento, come un'onda...
Non fa male. Quello già è scomparso, qualche settimana fà, ma ora ne sono comparsi altri due, simmetricamente parallelli, uno sull'interno guancia destro, l'altro sinistro. nessun dolore.
Insieme a questi si è formato una specie di brufolo, sembra una lenticchia vista di lato, è rossa e con la punta bianca, fa male e si trova sulla ghiandola salivare, leggermente decentrata.
Da molto tempo ho i linfonidi della regione sottomandibolare ingrossati, o forse li ho avuti sempre così, non ricordo, ma ci sono e a volte fanno un po' di male se toccati o premuti.
ed ho anche un'afta, ma quella ripeto è ricorrente, non dovrebbe aver a che fare con carcinomi.
La domanda che Vi porgo è: nel caso in cui queste manifestazioni dovessero scomparire, mi potrei ritenere sano da cancro? Intendo, se questi 'avvallamenti allungati' e quella specie di brufolo scomparissero, anche magari per riapparire più avanti nel tempo, potrei dire che il problema è diverso? capita che i sintomi cambino, scompaiano e ricompaiano nei malati di cancro?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Gil Patrick Vismara
20% attività
0% attualità
0% socialità
BERGAMO (BG)
Rank MI+ 20
Iscritto dal 2008
salve, da quanto esprime del suo problema mi sento di poterla tranquillizzare. il tipo di lesioni che descrive, in associazione al fatto che come lei stesso dice si trova in un momento di stress emotivo mi inducono a pensare che siano delle lesioni da morsicatura cronica. probabilmente senza accorgersi lei si morde le guancie ripetutamente in modo lieve,il che provoca quelle lesioni biancastre, simil cicatriziale, parallele alla linea di chiusura dei denti. la giovane età e il numero esiguo di sigarette che fuma inoltre non depongono per particolare rischio di cancro attuale. le consiglio comunque una visita specialistica almeno dal suo odontoiatra di fiducia perchè la visione diretta delle lesioni è imprescindibile per una corretta diagnosi.
distinti saluti
[#2] dopo  
Utente 193XXX

Iscritto dal 2011
Grazie mille per questa risposta veloce.
Quella che Lei mi propone sarebbe un'ipotesi possibile, solo che quelle specie di cicatrici si trovano non del tutto parallelamente e comunque troppo sopra perché io riesca a mordermele. Quindi escluderei l'ipotesi ammenocché queste abbiano la particolarità di spostarsi di 1 cm o poco più...
La mia domanda comunque era la seguente: se si è colpiti da cancro, le manifestazioni varie che si possono avere, tipo corpi estranei all'interno della cavità, rimangono per tutta la durata della malattia o possono scomparire e ricomparire in punti diversi in momenti diversi della malattia?
Perché questo dubbio: dato che è la seconda volta che che mi compaiono questi 'corpi estranei' potrei ipotizzare che il fatto che la prima volta si sia ritirato sia un motivo per credermi 'sano', o almeno colpito da un male minore.
Detto questo, e aspettando risposta dal gentile Dottore Vismara , o da qualcun altro, aggiungo che al più presto mi recherò a farmi visitare.