Utente 163XXX

Sono una donna di 39 anni e da circa un anno e mezzo soffro di extrasistoli; ho effettuato una marea di visite cardiologiche da specialisti diversi, vari ecocardiogramma, ecg sotto sforzo, tutti risultati negativi. Un paio di volte sono andata in pronto soccorso per episodi di extrasistolia accompagnati da sensazione di "Crampo al cuore" e di bruciore retrosternale dove, oltre ecg e visita risultati sempre nella norma, mi hanno fatto il dosaggio della troponina cardiaca ripetuto ogni tre ore (valori normali). Effettuati due ecg holter; nel primo sono stati rilevati 350 battiti ectopici sopraventricolari e due ventricolari e nel secondo (effettuato a distanza di 4 mesi) assolutamente niente nonostante io durante le 24 h mi sia sentita innumerevoli extrasisoli!!!

Ora le mie domande sono le seguenti:
è possibile che l'apparecchio utilizzato per il secondo holter non funzionasse bene?
Nel caso ciò non sia possibile, cosa potevano essere allora quelle sensazioni che io ho chiamato extrasistoli?
e ancora, i battiti irregolari si possono sentire nel battito del polso o ancora con un fonendoscopio?
E se si, si possono avvertire sia i battiti sopraventricolari che quelli ventricolari?

Mi scuso ancora per l'eventuale stupidità delle domande poste e ringrazio in anticipo per qualsiasi risposta.

Cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
il suo problema è che lei purtroppo "avverte" in maniera maggiore che in altri soggetti le extrasistoli, il cui numero è francamente minimo e non patologico. Trattasi di una condizione, la sua, di facile riscontro nei soggetti femminili e soprattutto in quelli con habitus costituzionale "ansiogeno" da non arrecare comunque danni al suo cuore.
Stia più serena.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 163XXX

Iscritto dal 2010
Gent.mo Dott. Martino,

la ringrazio innanzitutto per la sua cortese ed immediata risposta. Sì, è vero, sono decisamente ansiosa.
Mi perdoni però se le chiedo ancora qualcosa relativamente ad uno dei quesiti da me esposti nel post precedente:
- quando mi sento le extrasistoli (vista questa mia capacità nell'avvertirle)è possibile che possa rilevarle controllando il battito nel polso o con un fonendoscopio?

Proprio per questa mia natura ansiosa l'ascoltarmi il battito riesce a volte a tranquillizzarmi...

La ringrazio per la pazienza e la saluto cordialmente.
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Certamente che sì, proprio per la loro natura non ritmica, sono chiaramente percettibili anche ai profani.
Saluti