Utente 196XXX
Salve
sono una ragazza di 19 anni,da circa un mese ho dei disturbi frequenti in tutta la giornata tra cui tachicardia con frequenza 80-90,sensazione di mancamento,giramenti di testa,debolezza fisica,sudorazione alle mani e sento dei fastidiosi fischi alle orecchie.Inoltre porto la pressione bassa intorno ai 110/60 ma che alcune volte scende fino 80/60.Ho fatto molte visite tra cui elettrocardiogramma ecocardio e holter con risultati negativi,anche le analisi alla tiroide sono risultate negative.L'unico valore fuori norma sono le piastrine(intorno ai 60 mila) che porto da quando ero piccola e non è causato da nessun fattore.
Non pratico attività fisica.I sintomi durano circa 10 min e sento il bisogno di dover stendermi in un letto per paura di poter svenire da un momento all'altro e dopo ho dolori o bruciori allo stomaco.Vorrei sapere la causa di questi sintomi,se sono dovuti all'ansia(anche se è un periodo tranquillo) o se è un problema digestivo o allo stomaco..e se devo fare qualche altra visita
Ringrazio in anticipo.
[#1] dopo  
172248

Cancellato nel 2011
Gent.ma Utente,

Così da lontano non è facile capire verso quale patologia orientarsi. Se ECG e Holter (sia ECG che pressorio) sono risultati normali, potrebbe essere utile un semplicissimo emocromo dal momento che alcuni dei Suoi sintomi potrebbero essere quelli di un'anemia. Questa tende a verificarsi più facilmente nelle donne e, ovviamente, durante il periodo mestruale. In questi casi andrebbe indagata una serie di altri parametri quale la possibilità di perdite di sangue occulte da altre sedi (ma alla Sua età non è probabile anche se possibile), una difficoltà a formare nuove cellule sanguigne e il motivo per il quale questa difficoltà si verifichi.

Le consiglierei, per ora, di non consulktare nessuno specialista in particolare, per due motivi 1) Il Suo Medico di Medicina Generale potrebbe diagnosticare e curare i Suoi problemi e 2) la scelta di quale specialità sia di competenza il Suo quadro non è semplice.

Il mio suggerimento, come accade spesso in questi casi è di contattare il suo Medico di Medicina Generale e sentire la sua opinione. Dovrebbe essere la persona che La conosce meglio e quello in grado di "pesare" meglio tutto il quadro.

Saluti