Utente 198XXX
Nel settembre 2009 sono stato investito da una moto di schiena riportando la frattura di una costola,dell'apice del malleolo dx e varie contusioni alla schiena e al volto. In quel periodo ero già di mio sotto fortissimo stress a causa del lavoro.
L'ipomobilità dovuta alla frattura contenuta con gambaletto mi ha provocato una trombosi venosa profonda all'arto stesso che ho trattato con eparina sodica.Contestualmente ho cominciato ad avere disfunzione erettile, eiaculazione precoce con deciso calo del desiderio. Da febbraio 2010 soffro di forti dolori lombari e sciatica sx imputabili a discopatia L4-L5 con disco nero ed edema della spongiosa e alla disidratazione ed ernia su disco L5-S1 diagnosticati con RMN.
Per questo faccio ginnastica posturale da sei mesi, ma senza grossi risultati con persistenza dei dolori e rigidità che mi limitano nel quotidiano.
Per la trombosi ho seguito un iter di esami ematochimici un anno fa che ha evidenziato livelli di omocisteina alti (22 micromol/L) e positività al LAC. Quest'ultima dopo qualche mese è stata ripetuta:negativa e alla luce di questo non ho assunto terapia.attualmente ho ripetuto gli esami e il LAC risulta ancora leggermente positivo e l'omocisteina è passata addirittura a 33.Assumo per ciò un integratore a base di vitamina B e acido folico.Forse inutile????
Per i problemi erettili mi sono rivolto ad un andrologo nel luglio 2010. Dopo Eco Scrotale e Prostatica mi ha prescritto Levitra 20 mg da prendere prima dei rapporti e Topster e Tavanic per 10 gg per combattere una probabile prostatite. Poi mi prescrive tutti gli esami del caso (che visiona ad ottobre 2010) da cui l'unica nota stonata sembra essere il livello di Testosterone tot a 3,54 ng/mL per cui ha diagnosticato andropausa precoce. Mi prescrive terapia con Androgel e per la prostatite ancora Topster e Proxana per 3 mesi. Non applico la cura con Androgel perchè ho sentito che può causare tumore alla prostata. Mi rivolgo allora ad un endocrinologo che non dà peso a nulla,neanche al basso livello di testosterone, e mi ordina Viagra da prendere al bisogno. Faccio un Eco Doppler penieno che dà esito negativo. Il medico di base mi fa fare il mese scorso l'esame per testosterone lib e tot e risultano rispet. 6,7 ng/L e 2,8 ng/mL. Secondo il medico di base è tutto ok e mi prescrive Cialis 5 mg da prendere una volta ogni giorno. Di tutte queste pastiglie ho provato solo una volta il Levitra con scarsi risultati. Per un motivo legato a problemi psicologici di coppia non ho mai assunto le altre pastiglie e la mia vita sessuale (sono sposato da 12 anni) si è azzerata. Vorrei cortesemente un vostro parere sulla mia situazione e sulla correttezza delle cure che mi sono state prescritte. E' possibile che l'unica soluzione sia il Viagra (o similare) ? Può essere andropausa precoce? può essere un fattore emotivo psicoligico?Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
Le chiedo scusa della sparata sotto ma suo consulto da opportunità di sfatare mito.
riporto:
"Mi prescrive terapia con Androgel e per la prostatite ancora Topster e Proxana per 3 mesi. Non applico la cura con Androgel perchè ho sentito che può causare tumore alla prostata".
Assolutamente sballato quanto a sentito.
Testosterone nel range normale preserva da neoplasie e tumori anche prostaici, da prostatite e forse da peyronie.
Tetsrotsterone fuori dal range (in più o in menio) facilita insorgenzo di tumori prostatici. Lei è uin paziente con testosterone basse non un culturista assatanato di muscolo con valori ematici anche 5 volte superiori alla norma.
[#2] dopo  
Utente 198XXX

Iscritto dal 2011
la ringrazio per la cortese risposta ma temo di avere comunque delle perplessità.E' possibile che con quei valori di testosterone io sia già entrato in andropausa precoce?o è tutto un circolo vizioso che comprende l'aspetto psicologico i dolori alla schiena e il resto degli esami?chiedo ciò perchè l'andrologo mi dice una cosa mentre l'endocrinologo lo contraddice,lasciandomi in confusione con le mie disfunzioni erettili che non capisco come curare,se a viagra come dice il secondo aspettando tempi migliori o con testosterone come dice il primo visto che ritiene che i miei valori siano quelli di un sessantenne e io ne ho solo 41.ringrazio anticipatamente e porgo cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Possibile: a 50 anni si moriva. E il progredire della sopravvivemza non è andato di pari passo con evoòluzione della specie. Possibile se va vita sedentaria, possibile se esposto a stress cronico,. Per il resto mi pare di essermi espresso chiara,mente