Utente 201XXX

Ho 25 anni e ho un varicocele bilaterale (3° gradi sin, 2° grado des) da 10 anni a sin e 4 a des ma non vi ho ancora posto rimedio evitando di affrontare il problema.
Non è tuttavia relativo a questo il quesito che intendo porvi. A 19 anni, credo che mi sia capitata una infiammazione dell’epididimo a destra ma è solo un autodiagnosi; in ogni caso vi mostro i sintomi: dolore al testicolo destro e in particolare credo all’epididimo; un dolore non fortissimo ma come se mi stessero stringendomi tra le dita l’epididimo, inoltre occasionali dolori simili a punture tipo spillo, ipersensibilità del testicolo, gonfiore dell’emiscroto destro. Allora non ho affrontato il problema andando da un medico; ho indossato mutande molto elasticizzate e i sintomi sono gradualmente regrediti; anche se la fase acuta è stata superata nel giro di pochi giorni è rimasto un leggero dolore per mesi.
Qualche mese dopo l’episodio, in seguito a un leggero urto sul testicolo destro, mi si è girato 180°(con la testa al posto della coda); preciso che il mio testicolo è in posizione orizzontale e riferisco una rotazione attorno all’asse verticale cioè una rotazione perpendicolare all’epididimo. Anche questa volta invece di rivolgermi ad un pronto soccorso ho provato l’autodetorsione manuale dopo pochi minuti dal fatto riuscendovi dopo qualche tentativo. Il testicolo era tornato nella sua posizione solita ma lo sentivo molto mobile. Da allora ho continuato ad avere paura che il testicolo si rigirasse e ho cercato di limitare il più possibile i contatti meccanici coi testicoli. Non è più successo niente. Ho tuttavia continuato ad avere il testicolo destro suscettibile all’infiammazione; l’emiscroto destro si infiammava facilmente come già precedentemente descritto, ma continuato a non andare dal medico e comunque quasi tutti giorni avevo ogni tanto lievi dolori credo all’epididimo destro.
Ho recentemente effettuato ecografia dei testicoli ( nella quale è tutto nella norma), ecodoppler per rilevare il varicocele e spermiogramma (a posto a parte una leggera carenza nel n° di spermatozoi, 42000000 in tutto l’eiaculato). In seguito a una visita urologia, in cui il medico mi ha toccato i testicoli ho notato un leggero spostamento del testicolo destro ( che dopo la visita era leggermente più indietro, più internamente nello scroto) e contestualmente una diversa sensazione relativamente al suo spostamento naturale nello scroto. Da allora non ho più sentito nessuno dei dolori/gonfiori cronici che avevo a destra da quando ho 19 anni, al quale il medico non è riuscito ad attribuire la causa per la mancanza di referti. Quali potrebbero essere state le cause di questi e rischio ancora una torsione?
Prossimamente pianificherò come intervenire sul varicocele.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,come vede,la Sua fantasia diagnostica,per fortuna,non ha trovato conferme dalla diagnosi dello specialista...Piuttosto che temere una torsione,credo che sia piu' corretto rivalutare il ruolo del varicocele sul potenziale di fertilita'.Cordialita'.
[#2] dopo  


dal 2013
La ringrazio per la risposta

Tratterò prossimamente il varicocele.

Cordiali Saluti
[#3] dopo  


dal 2013
Ma è possible che il testicolo si sia spostato a seguito di una visita urologica e che fosse la sua posizione a favorire delle infiammazioni?
[#4] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...impossibile.Cordialita'.
[#5] dopo  


dal 2013
Allora si può dire che i sintomi di dolore al testicolo destro siano inspiegabili e inspiegabilemte spariti dopo 5 anni. Sono sicuro che quei sintomi non siano uguali a quelli percepiti per il varicocele a sinistra;
mentre a sinistra ho un dolore più continuo e meno localizzato prevalentemente di sera o associato a stress psico - fisico i dolori che avevo a destra erano simili a quelli che si potrebbero provare stringendo la testa dell'epididimo tra le dita.
Sono contento che questi problemi siano spariti ma pur comprendendo come sia difficile fare una diagnosi senza esami specifici mi chiedo se sia impossibile formulare almeno delle ipotesi?
In ogni caso ritengo che questi problemi siano spariti misteriosamente solo in seguito a una vista urologica poichè non sento più quel tipo di dolore e noto anche lo scroto più chiaro, prima spesso era leggermente arrossato, per questo ho parlato di possibili infiammazioni.