Utente 207XXX
Gentile Dott/Dott.ssa,
una settimana fa sono stato sottoposto a scleroembolizzazione retrograda per varicocele di I grado bilaterale.Preciso che é stata scelta questa modalità di intervento in quanto, all'età di 8 anni, sono stato sottoposto ad un intervento per ernia inguinale bilaterale con ritenzione testicolare(seguita da terapia ormonale).
Nel referto di dimissione si consiglia astensione da attività fisica e da sforzi in generale per 10-15gg.
Il mio dubbio è questo:sono solito svolgere attività fisica consistente in 3-4 sedute di corsa la settimana(45-50min)e relativi esercizi a corpo libero(flessioni,addominali,ecc)nonchè esercizi con dei pesi(bicipiti e dorsali);è possibile riprendere gradualmente queste attività senza correre il rischio di causare recidive a breve,medio o lungo termine?esiste un tipo di attività che si può continuare senza rischi e un'altra a cui sarebbe consigliabile rinunciare?
Ringrazio per la cortese attenzione.
Cordiali Saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mario De Siati
32% attività
20% attualità
16% socialità
ALTAMURA (BA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2000
Eviti quegli sport che comportano un uso intenso del torchio addominale come il sollevamento pesi.
[#2] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Caro Utente,la ripresa dell'attivita' fisica deve essere graduale,per lo meno nei tre mesi successivi.Le consiglio,quindi,di attendere settembre per ritornare ai ritmi pre-operatori.Cordialita'.
[#3] dopo  
Utente 207XXX

Iscritto dal 2011
Gentili Dottori,
vi ringrazio per la sollecita risposta.Mi atterrò alle vostre indicazioni.Un'ultima domanda:il nuoto può essermi dannoso in qualche modo?
[#4] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...no.Cordialita'.