Utente 186XXX
Carissimi e cordiali,

sono un ragazzo di 24 anni, e da tempo assumo zoloft per problemi ossessivi e di ansia in generale (150 mg). Tuttavia non sto ancora bene. Così il medico ha previsto l'associazione con un altro farmaco, l'amisulpride. Questo mi fa stare benissimo. E' da qualche giorno che lo assumo, e da buon ipocondriaco, mi sto facendo una paranoia. Ho letto che l'amisulpride ha come effetto collaterale l'aumento di prolattina. La mia domanda è: avere la prolattina alta può portare allo sviluppo di neoplasie? Ve lo chiedo perché comunque l'ormone della prolattina è legato anche ad altri problemi che voi studiate. Vi ringrazio per l'attenzione, un cordiale saluto

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro lettore,

stia tranquillo un aumento della prolattina, indotta farmacologicamente, non porta ad alcun sviluppo di neoplasie.

Senza ansie e furie inutili risenta ora anche il suo medico di fiducia.

Un cordiale saluto.