Utente 199XXX
Salve ho 25 anni 10 anni fa mi fuorono diagnosticate queste extrasistole ad alta incidenza (49000) al giorno, faci i vari esami del caso, risonanza magnetica (tutto negativo) e elettrocardiogramma sotto sforzo (durante questo esame le extrasistole sparivano.
A distanza di 10 anni ho rifatto l'holter e ha evidenziato ancora 46000 battiti ventricolari al giorno. Il cardiologo mi ha consigliato di fare nuovamente la risonanza magnetica per controllare che non sia cambiato niente e poi un elettrocardiogramma sotto sforzo.
Volevo chiedere, non è che queste extrasistole alla possono portare a un maggior affaticamento del cuore alla lunga?Cosa altro mi consigliate di fare?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
in base al suo scritto non v'è particolare motivo per eseguire una seconda risonanza, semmai andrebbe valutata la necessità o meno di una terapia farmacologica.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 199XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio per la risposta rapidissima!
Mi ha detto che lo fa per vedere che non sia cambiato niente a livello ventricolare.
Secondo lei con una terapia farmacologica è possibile eliminarle completamente? In alternativa un'ablazione non potrebbe essere la scelta migliore?
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
La terapia ablativa trova indicazione nelle vere e proprie aritmie e non nella extrasistolia, la terapia farmacologica, invece, va consigliata in caso di sintomi e/o alterazioni evidenti della funzione cardiaca.
Saluti