Utente 167XXX
Ho 32 anni, un mese fa ho affrontato un intervento di colecistectomia.
Da qualche settimana ho avvertito dispepsia, nausea, sensazione di vomito e un dolore all'addome penetrante, profondo che si irradiava anche alla schiena.
Settimane fa ho avuto un episodio con dolore simile alle coliche, ma non mi sono recata dal medico perchè poi il dolore forte è passato.
Ho eseguito degli esami e risultavano lievemente sballate le AST, le Amilasi e un pò più alte le GGT e le Lipasi.
Ho subito pensato al pancreas, ma cosa potrebbe essere????
Alle dimissioni i miei esami erano perfetti...

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Adamo
32% attività
0% attualità
12% socialità
ALBA (CN)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
A volte nei pazienti che vengono operati di colecistectomia che presentavano calcoli piccoli o sabbia o magma biliare, alcuni di questi detriti appunto biliari possono passare nella via biliare principale e causare dei sintomi a volte molto simili a quelli precedenti all'intervento.
In questi casi è necessario rivolgersi al chirurgo di fiducia che provvederà a ricontrollare gli indici di colestasi ed a fare eseguire al paziente un colangio-RMN esame utile per valutare se per caso sono presenti detriti nella via biliare principale che possano causare un ostacolo allo scarico della bile nel duodeno e quindi un rialzo degli enzimi che lei ha elencato.
Cordiali saluti.
[#2] dopo  


dal 2011
Ormai gli enzimi stanno scendendo...ho notato che se resto a digiuno mi sento abbastanza bene, ma quando mangio, nonostante mangi leggero, sento un dolore profondo, penetrante che avvolge la parte alta dell'addome.
E' un dolore tipo colica che va e viene. Non so se rende la mia spiegazione.
Se ci fossero in giro ancora dei calcoli nonostante abbia tolto la coleciste (infondo i miei erano davvero piccoli) è possibile che abbia delle recidive di pancreatite? La pancreatite si riconosce sempre dal rialzo degli enzimi o possono anche esistere casi dove gli enzimi rimangono nella normalità ed è sufficiente il dolore a riconoscerla???
Chiedo questo perchè non vorrei sottovalutare la cosa e neanche vivere nell'ossessione.....
Grazie
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Adamo
32% attività
0% attualità
12% socialità
ALBA (CN)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
Se i calcoli erano piccoli e lei accusa dolori addominali dopo il pasto bisogna chiarire cosa accade. Raramente la pancreatite si può presentare con amilasi e lipasi non particolarmente alterate. Nel suo caso non necessariamente lei deve avere una pancreatite, ovviamente però come le ho già detto sarebbe necessario rivolgersi al collega che ha eseguito l'intervento per rivalutare il quadro clinico e controllare gli indici di colestasi nonchè gli altri esami che le ho elencato. Non sottovaluti il mio consiglio. Cordiali saluti.
[#4] dopo  


dal 2011
Lo farò al più presto, grazie!!!