Utente 222XXX
Buongiorno Dottori,
Avrei una curiosità da chiedere riguardo al cuore d'atleta tipico degli sportivi sopratutto mi pare di quelli agonisti.
Se si smette di fare sport il cuore d'atleta ritorna al suo stato originale o rimane sempre un cuore allenato e con le caratteristiche tipiche acquisite dagli allenamenti?
E nel primo caso potrebbe essere nocivo questo eventuale ritorno alle origini?Cioè si potrebbe avere una sorta di pericoloso cedimento dell'organo?

Saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
per cuore d'atleta s'intende indicare un cuore ipertrofico, talora associato a una frequenza cardiaca più bassa del normale (bradicardia), che, una volta smessa l'attività agonistica, tende lentamente a riprendere le sue caratteristiche iniziali a meno che il soggetto non soffra o abbia a soffrire successivamente di stati ipertensivi o di altre patologie cardio-respiratorie.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 222XXX

Iscritto dal 2011
Grazie Dr.Vincenzo, chiarissimo.

Saluti