Utente 681XXX
A causa di una prostatite cronica, sono stato costretto e purtroppo credo che lo sarò anche in futuro, ad assumere antibiotici per lunghi periodi (28 giorni).

DOMANDA:
E' consigliabile l'uso concomitante di probiotici (fermenti lattici) per attenuare i danni sulla flora batterica intestinale e altro (irritazioni micotiche) o è perfettamente inutile ed i fermenti lattici vanno presi solo al termine della terapia antibiotica?
L'argomento è controverso.
Grazie a tutti i signori medici che vorranno dare il loro parere.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
16% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
gentile utente
personalmente sono favorevole all'uso di probiotici nei trattamenti antibiotici
[#2] dopo  
Utente 681XXX

Iscritto dal 2008
Dottor Vannucchi,
grazie per la sua preziosa indicazione.
Le chiedo ancora: i probiotici in questione devono avere capacità di "resistenza antibiotica"?
La scelta può ricadere su prodotti, tanto per citarne alcuni, quali VSL#3 o YOVIS ???
Grazie mille!!
[#3] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
16% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
non sono completamente resistenti agli antibiotici,pertsnto è consigliabile utilizzare i probiotici nei periodi successivi alla terpia antibiotica
[#4] dopo  
Utente 681XXX

Iscritto dal 2008
Dottor Vannucchi, temo di non aver capito bene il suo pensiero: lei è favorevole o no all'assunzione di probiotici in concomitanza alla terapia antibiotica?
[#5] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
16% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
sono favorevole,ma va continuata anche dopo la sospensione antibiotica