Utente 200XXX
Salve a tutti, mi scuso se ho sbagliato categoria ma non sapevo dove inserire la domanda. Comunque ho un problema, premetto che ho 19 e non fumo. Ho fatto da metà ottobre a metà novembre ad avere una tosse molto forte e anche un po' di febbre, la febbre è passata dopo poco tempo, la tosse non passava con sciroppi e il medico mi ha prescritto a metà novembre circa un antibiotico (3 giorni) ed il "grosso" della tosse è andata via. GIà da prima di prima di prendere l'antibiotico ero arrivato ad un punto di non sopportazione, ogni volta che tossivo avevo delle fitte a destra un paio di cm sotto al "seno". Oltre ad essere dolorosissime prima venivano solo quando tossivo, 3 settimane fa invece anche solamente alzandomi dal letto/sedia ho delle fitte li, il medico mi ha prescritto FELDENE sublinguale per una settimana, durante la settimana il dolore è diminuito e sembrava tutto passato (quando tossivo sentivo appena appena il dolore) ma ora che è da sabato che non prendo più il feldene, oggi non riuscivo nemmeno a guidare l'auto, ogni buca o dosso è una tortura, mi è venuto qualche colpo di tosse poco fa e non l'avessi mai fatto, non riuscivo neanche ad alzarmi. Ora anche se la cura è finita ho preso un altra pastiglia di feldene e il dolore è diminuito, ma so già che domani sarà la stessa cosa. Oramai è un mese che ho questi dolori, cosa posso fare e soprattutto che cosa sono? Proverò in settimana ad andare dal medico, ma nel frattempo posso continuare a prendere il feldene e secondo voi cosa potrebbe essere? Su internet leggo che da quelle parti potrebbe essere il fegato (dolore anche con la tosse?) ma non saprei. VI ringrazio, spero possiate darmi qualche informazione in più
[#1] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Il suo Medico dovra' trovare il modo di eliminare completamente la tosse: il grosso e' stato fatto, ma evidentemente c'e' ancora da fare un piccolo sforzo, adottando qualche terapia piu' mirata (fluidificanti, aerosol, etc.). Voglio infine farle presente, visto anche i dolori forti e molto localizzati che accusa durante i colpi di tosse, che non e' improbabile che si sia fratturato una costa. Si tratta di una eventualita' piuttosto rara, soprattutto alla sua giovane eta', ma non impossibile. Del resto togliersi il dubbio e' semplice: basta che il suo Medico la visiti e gia' dalla digitopressione dell'area interessata puo' trarre con buona approssimazione le dovute conclusioni diagnostiche. Se non dovesse bastare senz'altro le potra' prescrivere una lastra.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 200XXX

Iscritto dal 2011
Grazie per la risposta. Così è stato, mi ha prescritto una RX al torace, in settimana andrò a farla, nel frattempo sto cercando di resistere e tossire il meno possibile in modo da non prendere antidolorifici. Quindi diciamo che probabilmente è qualcosa che riguarda le costole e non qualcosa al di sotto di esse?
[#3] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Attenzione: la lastra al torace per verificare eventuali fratture costali e' differente da una per visionare bronchi e polmoni! Essendo infatti le coste piu' superficiali e l'apparato respiratorio piu' profondo bisognera' utilizzare dosi di radiazioni completamente diverse a seconda di cio' che si vuole ottenere. In altre parole quando sulla prescrizione si scrive "Rx torace" si intende comunemente quella fatta in doppia proiezione (antero-posteriore e laterale) per visionare l'apparato respiratorio (che pure a mio avviso nel suo caso potrebbe essere utile!); mentre se si vogliono vedere eventuali lesioni costali bisognera' che sulla prescrizione ci sia scritto "Rx emitorace destro per coste".
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 200XXX

Iscritto dal 2011
Sulla ricetta in particolare c'è scritto Rx torace, tosse persistente - toracolagia

quindi diciamo che se questa lastra è "negativa" vuol dire che il problema è alle costole, in caso contrario sono i polmoni?

girovagando sul web leggo che in quella zona dovrebbe trovarsi anche il fegato ma non essendo medico non saprei proprio
[#5] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Allora, mettiamo un po' d'ordine.
Il margine inferiore del fegato in effetti e' vicino all'arcata costale, pero' non si puo' studiare con i raggi X, per cui la lastra sarebbe inutile; nel caso servirebbe un'ecografia epatica (badi bene, ho scritto "nel caso", il che non significa che le sto consigliando di farla...).
Lei piuttosto sembra che abbia bisogno di studiare un dolore molto localizzato; il quale potrebbe derivare, visita anche l'anamnesi, da un problema all'apparato respiratorio (allora l'Rx torace puo' servire) oppure da una frattura costale secondaria a traumi o ai colpi di tosse. Come gia' le ho spiegato quest'ultima eventualita' e' piuttosto rara, pero' se vuole togliersi il dubbio dovra' fare un "Rx emitorace destro per coste", che e' tutt'altra cosa dal suddetto "Rx torace".
Ora ovviamente io non sono in grado di prescriverle una lastra senza visitarla (e' obbiettivamente impossibile e peraltro non consentito) pero' le sto offrendo lo spunto per parlarne con il suo Medico.
Per rispondere alla sua domanda posso dirle che se l'Rx torace e' negativo vuol dire che non c'e' niente di serio a carico del torace, ma a quel punto nulla si potrebbe dire riguardo le coste, semplicemente perche' l'Rx torace non e' utile per valutarle. Per esprimersi su eventuali fratture costali, le ripeto, serve un'altro tipo di lastra, che non e' quella apparentemente richiesta dal suo Medico.
Cordiali saluti
[#6] dopo  
Utente 200XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio per la risposta, ora ho capito meglio. Allora mi conviene fare in questo modo, in seattimana farò la lastra prevista dal medico per vedere l'apparato respiratorio, poi successivamente quando andrò dal mio medico portando gli esiti gli parlerò della possibile frattura costale, e nel caso in cui la lastra fosse negativa credo che l'unica soluzione si farmi rifare un ulteriore lastra, questa volta Rx emitorace destro per coste. se anche quella fosse negativa vuol dire che sono da rottamare già a 19 anni. Scherzi a parte la ringrazio molto e le farò sapere al più presto l'esito dell'rx. Mi preoccupo solamente un po' per le radiazioni assorbite, quest'anno ne ho già prese abbastanza, frattura braccio, dito + rx e tac alla testa. Spero di non rimanerci secco :)

le auguro una buona serata

[#7] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Le radiazione utilizzate dalle macchine moderne sono infinitamente inferiori a quelle che non hanno fatto danni ai nostri genitori: mettendo insieme tutto cio' che lei ha assorbito quest'anno in termini di radiazione arriviamo senz'altro a molto meno di quanto si assorbiva per un solo rx torace 10 o 20 anni fa.
Per quanto riguarda la frattura costale le ribadisco che prima ancora della lastra le indicazioni si possono avere gia' dalla visita medica. Nella mia prima risposta infatti le avevo scritto "... togliersi il dubbio e' semplice: basta che il suo Medico la visiti e gia' dalla digitopressione dell'area interessata puo' trarre con buona approssimazione le dovute conclusioni diagnostiche".
Cordiali saluti