Utente 887XXX
Buongiorno dottore. Al mio bimbo di 13 mesi è stato diagnosticato un testicolo (sx) retrattile. Siamo già stati da un chirurgo pediatrico che ha subito sentenziato per l'intervento (orchidopessi sec. Shoemaker) dicendo che il testicolo era alto e che non è mai sceso nello scroto. Ora non voglio mettere in dubbio quello che ha detto il chirurgo, ma il testicolo fino a 5-6 mesi fa era mobile ma la pediatra risciva a riportarlo in sede. Inoltre ad oggi quando facciamo il bagnetto al piccolo riesco a palpare entrambi i testicoli. Per scrupolo abbiamo fatto una eco scrotale che ha evidenziato entrambi i testicoli (16 e 17 mm) ed il sx in posizione subito al di sotto dell'anello inguinale. Il chirurgo ha parlato della tecnica di Shoemaker dicendo che viene usata quando il testicolo non è palpabile e che è più complessa della tecnica che prevede un taglio a livello dello scroto adottata, da come ho capito, per i testicoli in ascensore. Quello che vorrei chiedere è, visto che il testicolo a volte è nello scroto, se si può parlare di testicolo in ascensore e quindi aspettare un pò prima dell'intervento o comunque orientarsi verso la tecnica più semplice.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
la tecnica indicata dal collega nonchè l' approccio chirurgioco sono corretti.