Utente 244XXX
Buonasera.
Vi scrivo per chiedervi alcune informazioni: devo essere sottoposto ad un intervento chirurgico al ginocchio presso l' Azienda Ospedaliera "Ospedali Riuniti" di Bergamo e ho fatto gli esami del sangue preoperatori. Vorrei sapere,a titolo informativo, in che cosa consistono questi esami (i valori ricercati,insomma) e perchè vengono effettuati. Mi ricordo che sono state usate tre provette per i prelievi.
Ho provato a chiedere informazioni all'anestesista,durante la visita preoperatoria,ma non mi ha praticamente risposto, anche perchè aveva parecchia gente da visitare oltre al sottoscritto e probabilmente non aveva molto tempo per domande "in più" (infatti non lo biasimo affatto).
Vi ringrazio anticipatamente,arrivederci.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
16% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2008
Buonasera, ogni intervento operatorio di una certa importanza è preceduto oltre che dalla visita da un "profilo" laboratoristico che serve per valutare lo stato di buon funzionamento dell'organismo in previsione sia dell' anestesia, sia dell'atto operatorio in se.
Vengono valutati determinati valori quali lo stato della componente cellulare del sangue: emocromo con numero dei Globuli rossi, bianchi, ematocrito, valore complessivo dell'emogmobina, piastrine ecc. Poi la funzionalità del rene con la creatininemia e l'azotemia. In alcuni pazienti anche gli elettroliti ( sodio, potassio cloro ecc.). La funzionalità del fegato, lo stato glicemico, eventuali marker virali quali quelli delle epatiti da siero (B e C)ecc.ecc.
L'assetto della coagulazione del sangue.
A volte può essere richiesto anche l'esame delle urine
Infatti le tre provette servono proprio per l'emocromo, la cosiddetta "chimica", e la coagulazione. L'interpretazione dei dati poi deve essere di competenza di un medico e in primis dell'anestesista soprattutto in caso di valori alterati che non devono necessariamente preoccupare ma se mai indirizzare verso ulteriori approfondimenti, se da lui ritenuto necessario. Questa occasione va considerata anche come un occasionale check-up da conservare per eventuali raffronti con esami futuri.
Spero di esserle stato d'aiuto. Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 244XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio molto per la sua risposta precisa e celere, mi ha chiarito la situazione.
Grazie ancora,arrivederci!