Utente 576XXX
Gentili dottori, ho 22 anni e accuso da qualche tempo un restringimento dell'anello fimotico che si manifesta solo a pene eretto: in condizioni normali riesco senza problemi a scoprire il glande e per la verità anche durante l'erezione, ma con grande fatica. Contemporaneamente ho notato attorno all'orifizio il formarsi di una corona rossastra della larghezza di qualche mm, mentre il resto del glande ha preso una colorazione biancastra uniforme. Infine sul prepuzio, alla base dell'anello fimotico sono comparse delle piccole macchiette bianche, leggermente in rilievo e ruvide al tatto. Può trattarsi di una qualche forma di balanite? Quale terapia posso intraprendere nell'attesa di un consulto specialistico?
Grazie e cordiali saluti Davide

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
caro ragazzo,
sarebbe opportuno valutare la fimosi, e la conseguente balanite, è necessria una visita urologica
cordiali saluti
dott. Giuseppe Quarto
www.prevenzioneprostata.com
[#2] dopo  
Dr. Luigi Laino
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

la descrizione del suo caso, la sua età e la tempistica di insorgenza che ci descrive, necessitano a mio avviso di approfondimenti mirati, tesi ad escludere una situazione (lo si dice sempre in termini orientativi e non vincolanti vista la sede telematica) denominata "lichen sclerosus" iniziale:

essa una patologia autoimmunitaria infiammatoria che deve essere ben inquadrata e curata: se diagnosticata precocemente e curata appropriatamente, tale patologia è solitamente regredibile, anche (in termini statisticamete significativi) senza ricorrere all'ausilio della chirurgia (utile ed approcciabile nei casi di limitazione funzionale della patologia, ma non curativa della stessa).

pertanto, prima di anteporre ogni presunzione diagnostica (in tal sede impossibile, in virtù delle tante situazioni similari che possono esordire in modo associabili) il miglior consiglio che posso darle è quello di recarsi in una sede specialistica appropriata, che nel caso specifico, ritengo essere quella Venereologica (con l'esperto di cute e mucose genitali)

disponibili ad ulteriori ragguagli.

Cari saluti
[#3] dopo  
Utente 576XXX

Iscritto dal 2008
Grazie per la vostra tempestività nel rispondermi: penso che seguirò il consiglio che mi avete dato, propendendo per la visita venereologica. Una cosa solo non mi è chiara: è la fimosi la conseguenza dall'infiammazione o il contrario, come mi pare di poter capire dalla prima risposta?
Distinti saluti
[#4] dopo  
Dr. Luigi Laino
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Delle due, l'una, od entrambe: in altre parole le cause di una possibile fimosi sono molteplici e possono essere associate a condizioni molto dissimili fra loro.

segua i dettami consigliateli.

cari saluti

[#5] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto
28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
potrebbe essere interconnesse tra di loro