Utente 196XXX
Buon giorno gent.mi Dottori
siccome devo sottopormi alla Cardioversione elettrica per FA cronica e sintomatica.:(( sono stata giustamente indirizzata ad intraprendere la sorveglianza TAO di cui mi trovo ora ampliamente scoagulata (sono più o meno stabile intorno inr 2.64--2.92, da circa 2 mesi)..Per tale motivo di valida scoagulazione, vorrei domandarVi se ritenete in ogni caso necessario che mi sottoponga all'accertamento di eventuali trombi nell'atrio sx.. tramite Eco Transesofageo.
Mi spiego meglio; mi pare di aver compreso che vi sono 2 scuole di pensiero in proposito: per alcuni Ospedali è assolutamente di prassi, invece altri si avvalgono dell'indagine di risposta Eco Transtoracico.(per nulla invasivo)
Nel mio caso è emerso che ho un cuore ancora 'sano' . nonostante sia in terapia antipertensiva da 23 anni.

Ed eccomi alla domanda: Voi ritenete cmq assolutamente necessario l'esecuzione
del transesofageo??..tenendo conto dell'adeguata scoagulazione secondo i canoni inr raggiunti??
Ed ancora: se l'eco transesofageo mi venisse imposto come routine x più appropriato o affidabile accertamento ..sarebbe corretto fare richiesta che mi venga almeno eseguito in sedazione? (ovviamente non leggera)

Spero di essermi spiegata chiaramente...
in attesa di un Vs gentile riscontro, cordialmente saluto e ringrazio anticipatamente! :)

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Ugo Miraglia
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
I colleghi nom ritengono necessario il transesofageo proprio perche' e' in terapia da tempo con anticoagulanti orali, anche se un eccesso di scrupolo per essere sicuri che non vi sia alcun coagulo anche di vecchia data non mi pare cosa sbagliata. Ovviamente dipende anche dalla sua tollerabilita' ad un esame che da molti e' ritenuto estremamente fastidioso. Cari saluti, Ugo
[#2] dopo  


dal 2015
grazie mille Dottore per la sua tempestività ...ma che gentile!! :))

Era proprio ciò che mi interessava sapere!! Conoscenti comuni mi avevano depistato dicendomi che si tratta di un accertamento assolutamente FONDAMENTALE prima di una CVE ...nonostante la perfetta scoagulazione!!

Mi permetto di riproporle una domanda: eventualmente se dovessi per forza di cose sottostare o meglio subire questo esame ...sarebbe un mio 'diritto' richiedere che mi venga effettuato in sedazione??

Nuovamente ringrazio... passo subito a votare positivamente il Suo consulto!!

Cordiali saluti :))