Utente 218XXX
Gentili medici,
sono una ragazza di 22 anni, non ho patologie di nessun tipo.
Soffro di forti dolori alle gambe dopo situazioni molto stressanti: mi succede sempre dopo aver fatto un esame, qualche volta è capitato dopo una giornata in cui ero particolarmente in ansia e impegnata. Succede sempre verso sera, ad alcune ore di distanza dall'evento stressante; inizia con un lieve intorpidimento che perggiora in breve tempo fino a diventare un vero e proprio dolore persistente con fitte, dal bacino alle caviglie. Non riesco a localizzare da dove provenga perchè è così diffuso che sembra riguardare muscoli, ossa e vene. E non c'è modo o posizione per attenuarlo (ho provato a fare stretching, massaggi, cose così). Dopo una notte di sonno sono come nuova.
Io immagino si tratti di una reazione psicosomatica allo stress, ma non avendo mai sentito di altre persone con lo stesso sintomo mi chiedo se sia normale.
Vi ringrazio per l'attenzione, buona giornata.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr.ssa Franca Scapellato
44% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Gentile utente,
probabilmente la tensione la porta, senza accorgersene, ad assumere atteggiamenti non fisiologici, sia quando è seduta che quando è in piedi. Alcune persone quando sono nervose accavallano le gambe da sedute contraendo eccessivamente i muscoli, e magari si piegano in avanti col busto, ostacolando la circolazione agli arti inferiori, oppure "saltellano" in continuazione con le ginocchia. Provi a fare attenzione alla postura che assume quando è sotto stress, e se può provi ogni tanto ad alzarsi, a cambiare posizione o a respirare lentamente e a fondo. Così facendo oltretutto si distrae e magari la tensione cala un po'.
Cordiali saluti