Utente 139XXX
Salve sono un ragazzo di 22 anni volevo richiedere un consulto riguardo la masturbazione. Avrei due domande, primo masturbarsi tutti i giorni, 1 massimo 2 volte al giorno a lungo andare può essere dannoso? Secondo masturbarsi lo stesso giorno in cui si ha ad esempio una partita di calcio può ridurre le prestazioni? Grazie per l'eventuale risposta.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,la masturbazione,al pari dei rapporti sessuali,se non è accanita non danneggia né l'attività sportiva,né l'apparato genitale,sia nel breve che nel lungo periodo.Credo che valga la pena ricordare come,oggigiorno,sia molto diffusa la dipendenza dalla pornografia che dilaga nella rete che richiederebbe l'ausilio di uno psicosessuologo.Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 139XXX

Iscritto dal 2009
Ok grazie per la risposta. Un'ultima domanda, ho letto che la masturbazione può portare alla perdita dei capelli, sinceramente mi sembra una cosa priva di fondamento, ma volevo trovare conferma in una vostra risposta.
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

ma da chi ha ricevuto queste strane informazioni sulla masturbazione?

Oltre alle osservazioni corrette già ricevute dal collega Izzo, la informo che oggi la masturbazione è considerata sempre e soprattutto in un giovane, l'inizio ed il modo per fare le "prove generali" che gli permetteranno poi di manifestare e "praticare", senza problemi ed inutili ansie, tutte le varie e diverse manifestazioni che caratterizzano una regolare attività sessuale.

Le sue "informazioni " sono posizioni considerate "scientifiche" oggi forse solo da alcune sette religiose molto "ortodosse" e superate, almeno da un punto di vista culturale.

A questo punto le consiglio comunque di consultare il suo medico di famiglia che, esaminate in prima istanza tutte le sue paure ed ansie su tale tematica, potrà eventualmente indirizzarla successivamente verso una più mirata valutazione specialistica andrologica.

Un cordiale saluto.