Utente 620XXX
Buongiorno,

Circa 8 mesi il medico curante e un chirurgo mi hanno diagnosticato (solo con palpazione)una cisti nel gluteo grossa circa quanto una nocciolina, mi consigliarono di non asportarla, dato il non fastidio e la posizione a loro dire non semplice da operare in ambulatorio.

Negli ultimi mesi ho notato tale formazione infiammarsi, con relativo ingrossamento e rimpicciolimento alterno, e arrecarmi dolore a tutta la gamba, per esempio quando mi chino ad allacciarmi una scarpa.

20 giorni fa ho effettuato un'ecografia e mi è stata diagnosticata una formazione sottocutanea, sopra il muscolo, di misura 18 x 6.5 mm con piccoli spot vascolari, presunto neurofibroma, consigliano l'asportazione (anche in ambulatorio) e l'esame cistologico.
Nessuna alterazione/lesione al tessuto muscolare sottostante.
Sono in attesa di visita chirurgica, volevo cortesemente avere un vostro parere.


Grazie e saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Luigino Bellizzi
24% attività
4% attualità
0% socialità
SAPRI (SA)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2004
Certo che lo devi asportare....l'operazione e' semplice ed in genere no crea problemi.Cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Giorgio Cavedon
16% attività
0% attualità
0% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 16
Iscritto dal 2005
Conviene senz'altro l'asportazione in anestesia locale.
Cordialita'
[#3] dopo  
Utente 620XXX

Iscritto dal 2005
Ringrazio per i pareri.


Saluti.
[#4] dopo  
Dr. Bruno Pasquotti
24% attività
0% attualità
8% socialità
AVIANO (PN)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2004
Le consiglio senza dubbio l'intervento in anestesia locale e l'eventuale ulteriore valutazione in base alò referto istopatologico.
Saluti
[#5] dopo  
Utente 620XXX

Iscritto dal 2005
Ringrazio per la risposta, purtroppo ho dovuto rimandare l'intervento.

il chirurgo dice che se il neurofibroma non è infiammato qaundo fa l'anestesia non lo trova piu'.

saluti.
[#6] dopo  
Dr. Giorgio Cavedon
16% attività
0% attualità
0% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 16
Iscritto dal 2005
Mi sembra strano.L'intervento,comunque,va fatto in anestesia locale.Saluti.G.Cavedon
[#7] dopo  
Utente 620XXX

Iscritto dal 2005
anche a me sembra strano, ma purtroppo sono gia' andato due volte e entrambe le volte mi ha dato questa risposta.

saluti
[#8] dopo  
Utente 620XXX

Iscritto dal 2005
anche a me sembra strano, ma purtroppo sono gia' andato due volte e entrambe le volte mi ha dato questa risposta.

saluti
[#9] dopo  
Dr. Luigino Bellizzi
24% attività
4% attualità
0% socialità
SAPRI (SA)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2004
Secondo me.......devi cambiare chirurgo......Distinti saluti
[#10] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
mi faccia capire bene: il Suo Chirurgo di fiducia vuole asportare una piccola neoformazione cutanea solamente quando questa è infiammata?
Se così fosse, troverei davvero fantasiosa tale decisione. In caso, sarebbe vero l'esatto contrario.
Milano è una grande città, piena di grandi chirurghi...non so se mi spiego...
Auguri affettuosi per la risoluzione di un piccolissimo problema che sta diventando un grandissimo problema.
Auguri affettuosi e cordialissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
[#11] dopo  
Utente 620XXX

Iscritto dal 2005
salve,

ha capito benissimo, sono andato ben due e due vole ho riceuto la stessa risposta, se tale neoformazione risulta non infiammata, a sua detta appena innietta l'anestesia, il gluteo si irrigidisce e non sa dove tagliare.

Premetto che quando è infiammata raggiunge al tatto il ca.il doppio della dimensione quindi approx da 1 cm diventa 2 di diametro.
anche a me sembra folle come risposta, concordo con lei che oramai a settembre mi rivolgero ad un'altro chirurgo piu' serio.

dico oramai a settembre perchè come lei avra' ben intuito questi piccoli problemi portano all'esasperazione mesi per fare un paio di visite e poi si ricevono risposte tutt'altro che competenti.

Permettemi è possibile che vada via da sola tale formazione?

grazie e saluti

[#12] dopo  
Dr. Giorgio Cavedon
16% attività
0% attualità
0% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 16
Iscritto dal 2005
Se la diagnosi è stata posta correttamente,no.Saluti.G.Cavedon
[#13] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
se la diagnosi ecografica suggerisce la presenza di un neurofibroma, NO, la formazione non può scomparire nel nulla. Attenzione però: questa è una diagnosi ecografica e quindi ovviamente presuntiva. Infatti solo l'esame istopatologico della formazione può dirimere ogni dubbio e consentire la diagnosi corretta.
In ogni caso, ammesso che il chirurgo "non sappia dove tagliare" (sic), perchè non gli suggerisce di adoperare un semplice repere metallico con l'estremità posizionata sotto guida ecografica in corrispondenza del fibroma? Di facile esecuzione, di ottimo risultato, di gran bella figura...
Auguri per tutto, sfortunato ma simpatico utente milanese, e cordialissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
[#14] dopo  
Utente 620XXX

Iscritto dal 2005
Ringrazio per la Vostra la disponibilita' e competenza.

Si infatti dopo l'asportazione dovranno eseguire l'eseme istologico.

Vedremo a settembre.

Saluti.
[#15] dopo  
Dr. Andrea Coda
24% attività
0% attualità
12% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2006
e allora?
come sono andate a finire le cose?
[#16] dopo  
Utente 620XXX

Iscritto dal 2005
si tutto ok grazie, l'operazione è oramai un lontano ricordo.
veramente bravo il medico che ha eseguito questo piccolo intervento, cucitura ottima e dolore quasi inesistente.

ringrazio e porgo distinti saluti