Utente 226XXX
Buonasera. Vi ringrazio da subito per l'attenzione. È da un paio di settimane che percepisco delle extrasistoli (o almeno, di questo si tratta in base alla mia limitata cultura in materia), ma conoscendo l'ordinarietà del fenomeno ci sono passato sopra. Negli ultimi giorni però si sono intensificate, e ieri non è stata una bella esperienza. Numerose palpitazioni toraciche percepibili anche senza appoggiare le dita, e da sdraiato erano ancora più insistenti. Nella posizione sul fianco il battito era piuttosto caotico.

Oggi è andata un po' meglio, ma il fenomeno è lungi dall'essere assente. Appoggiando le dita sul collo il ritmo non è regolare come sono abituato a sentirlo. Ho provato a fare dei test di pressione e battito con lo strumento che ho in casa ed ecco l'esito:
115 63 p70 da seduto

133 75 p112 (!) sdraiato

116 80 p95 da seduto

122 74 p97 sdraiato

Il mio ultimo ECG risale a un anno fa e avevo dei tracciati assolutamente puliti, il che mi rincuora un po'. Non fumo, non sono sovrappeso, non faccio regolare attività fisica, ma non posso nemmeno dirmi eccessivamente sedentario. In compenso, sto vivendo un periodo di stress, e in tutti i testi sull'argomento che ho trovato, si dice che questo ha il suo peso. Si dice anche che il fenomeno da sdraiati potrebbe avere origine da problemi gastrointestinali, però mai avuto problemi su quel lato, e faccio del mio meglio per avere un'alimentazione regolare.

Domattina chiamerò il mio cardiologo. Nel frattempo vorrei avere delle rassicurazioni (o motivi per preoccuparmi maggiormente): Cosa implica avere pulsazioni a 112 da sdraiati senza sforzi precedenti? Cosa posso fare per arginare il problema? Per ora, di sicuro stanotte dormo in poltrona, la mia precedente rilevazione dei battiti mi ha messo un'ansia non da poco.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
È bene che avverta il suo medico appena possibile e che esegua un ECG appena può anche in pronto soccorso.
Arrivederci
Cecchini
[#2] dopo  
Utente 226XXX

Iscritto dal 2011
Visto che la situazione non migliorava, ieri sera ho deciso di optare per la soluzione più immediata. Devo dei ringraziamenti a tutto il personale del pronto soccorso, molto disponibili e attenti nonostante l'ora tarda. Comunque, tra ECG e le analisi del sangue sono stato sotto osservazione per un'ora e mezza abbondante. Le analisi generali sono tutte tranquillamente nella norma, le uniche anomalie rilevate sono:

"toni validi ritmici con extrasistoli, pause libere, non sfregamenti. Durante l'ascultazione si apprezzano brevi run di tachicardia.
DIAGNOSI: Cardiopalmo in BESV"
Mentre sull'ECG si dice: "ritmo sinusale. Rari complessi ventricolari prematuri. Frequenti battiti ectopici sopraventricolari, talora con brevi run di tachicardia a risoluzione spontanea."

E poi si consiglia un eventuale dosaggio di ormoni tiroidei e un holter, ma questo lo concorderò domani con il medico. Per ora posso dire che oggi sono stato meglio e le palpitazioni si sono fatte meno invasive, quindi l'ipotesi di una crisi dovuta all'ansia acquista probabilità.

Posso chiedere un parere sull'esito dell'ECG? Alcuni termini non mi sono chiari
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
L' ECG mostra delle extrasistoli sopraventricolari che non sono pericolose ma che vanno indagate.
A aparte escludere con un prelievo del sangue un ipertiroidismo e con un holter verificare la quantita' delle extrasistoli sopraventricolari, occorre eseguire anche un ecocolordoppler cardiaco.
Ovviamente ponga molta attenzioone a sostanze che possono aumentare l'eccitabilita' cardiaca 8caffe' coca cola, the, energy drinks) ed ovviamente stia lontano dal fumo
Arrivederci
cecchini