Utente 618XXX
salve a tutti i gentili medici che risponderanno.allora vi espongo subito il mio problema.mercoledì 19/03/2008 ho subito un piccolo intervento di chirurgia alla spalla,e mi hanno asportato un fibromad di 2 cm e mezzo (era in profondità di 1cm e mezzo,si è saputo solo dopo),e messo quattro punti. il fatto e che mi fa ancora male,(siamo a domenica) e sopratutto mi hanno ''operato'' senza nè aver fatto un esame del sangue,nè aver fatto visita chirurgia.quindi chiedo a voi,è giusto ciò che mi hanno fatto? o è stato sbagliato qualcosa?
buona pasqua a tutti,è grazie delle risposte.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Gentile utente,
che faccia ancora male può essere considerato normale.
Difficile valutare l'operato se corretto o no anche perchè non ci fornisce alcuna informazione (anestesia locale ? In regime di day-hospita ? In regime ambulatoriale ?).
In ogni caso trovo inusuale che l'intervento non sia stato preceduto
dalla esecuzione delle indagini routinarie e soprattutto dalla
visita del chirurgo che ha poi eseguito l'intervento.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Sebastiano Petracca
24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2008
Cara ragazza,
sarà stata sicuramente vista da un Collega che ha posto l'indicazione chirurgica o ci vuol far credere che lei ha stabilito l'indicazione all'asportazione del "fibroma"?
Mi perdoni ma non mi sembra veritiero.
Dalla sua scheda dichiara di essere minorenne, quindi un suo genitore avrà di certo seguito l'iter diagnostico e autorizzato l'intervento di asportazione. Lei, per legge, non può firmare consensi informati per procedure diagnostche e/o terapeutiche.

> mi hanno ''operato'' senza nè aver fatto un esame del sangue

bene, lei è molto giovane, non ci dice se in buona salute, se fa sport, se è stata sottoposta ad interventi per correzione di malformazioni congenite (ad esempio cardiache)...

consideri che ci sono scuole di pensiero (anestesiologiche... non voglio polemizzare col Collega Chirurgo Dr. Catania... e tralasciando l'odiosa Medicina Difensiva che sta distruggendo la nostra professione...) che ammettono l'assenza di esami pre-operatori persino per pz un pò più grandicelli di lei (se in buona salute, non fumatori, sportivi). Quindi se si trattava di un piccolo fibroma superficiale (15 mm) magari in una struttura privata (dove gli esami ematici possono essere molto costosi) e lei gode di buona salute ... non è stato fatto un peccato mortale.