Utente 257XXX
buon giorno gradirei sapere se la proposta di sost. aorta ascendente con conservazione valvola aortica lievemente stenotica, possono essere compatibili . quando a quanto mi risulta, e' proposta anche la sostituzione della stessa, in concomitanza con la protesi! riferisco valori ecodopler: indice ipertrofia ventricolo sin.0'45, v.aorta vel.max(m/s)1. 9 grad. max 14 medio 8 ventric.sin. volumi: diastole88 sistole36 f. di eiezione 59.1 ventr. sin. mm. diastole 38 setto i.v9 sistole ? parete 8 ringrazio antic. se saro' esaudito.
stenosi sintomatica.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Dai dati che lei riporta la stenosi aortica è minima e pertanto non richiederebbe intervento chirurgico. Lei pero non riporta le dimensioni Dell aorta e quindi è difficile risponderle in maniera esaustiva
Arrivederci
Cecchini
[#2] dopo  
Utente 257XXX

Iscritto dal 2012
dimensioni aorta 5,'2 entro tronchi svraortici la mia paura e' che essendo bicuspide, e stenotica seppur lievemente, con qualche gia', calcificazione in atto; un domani peggiorando la stenosi(ipoteticamente) dovrei subire un'altro intervento per sostituz. v. aortica. dopo quello che dovro' subire per protes aorta asc.,.il che , se si potesse evitare, sarebbe meglio.!! grazie
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Se la valvola è bicuspide con qualche nota calcifica conviene senz altro considerare la sostituzione al momento di un eventuale intervento per l aorta ascendente.
Arrivederci
[#4] dopo  
Dr. Guglielmo Mario Actis Dato
44% attività
8% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2004
Gentile utente la decisione di sostituire una valvola aortica sia pure con alcune calcificazioni e sia pure bicuspide deve essere valutata dal chirurgo al momento dell'intervento anche in relazione ad un altro elemento non messo in evidenza: la protesi valvolare.
Infatti una protesi cardiaca di tipo biologico a 52 anni (credo sia questa la sua età) pur garantendo una ottima qualità di vita le imporrebbe un reintervento in un arco di tempo di 12-15 anni.
Per contro l'impianto di una protesi meccanica la costringerebbe ad una terapia anticoagulante cronica (coumadin) per tutta la vita.
Ritengo quindi che fermo restando che con 52 mm sia indicata la sostituzione della aorta ascendente, possa e debba essere valutata al momento dell'intervento dal chirurgo al quale si affiderà la possibilità di conservare la sua valvola nativa.

cordialmente
[#5] dopo  
Utente 257XXX

Iscritto dal 2012
grazie per la pazienza dedicatami, la mia era solo paura che in caso di decisione di conservazione valvola, corra io il rischio, che da lievemente stenotica,la v. aortica possa col tempo inseverarsi, e non potrei piu' evitare un'altro intervento!!
[#6] dopo  
Dr. Guglielmo Mario Actis Dato
44% attività
8% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2004
Sicuramente il rischio che una valvola con il tempo peggiori nel suo grado di stenosi è concreto. Nessuno ha la sfera di cristallo e certamente il chirurgo al quale si affiderà per l'intervento della aorta ascendente, nel momento in cui vedrà in faccia la valvola deciderà per il meglio.

cordialmente