Utente 289XXX
Gentili Dottori, abuso della vostra pazienza e tempo per un consiglio.
Da circa due mesi sento una fastidiosa ipersensibilità alla corona del glande.
Nessun bruciore o problemi ad urinare o durante l’atto sessuale.
Ho sottovalutato la cosa pensando ad una esagerazione nella detersione intima o ad
un rapporto un po troppo prolungato con mia moglie, cosa in realtà mai successa.
Il problema è che ho dovuto diminuire i rapporti con mia moglie in quanto in certi giorni
questa ipersensibilità sfocia in un fastidioso pizzicore o bruciore che mi reca noia anche
solo ad indossare gli slip.

Ho notato con mia moglie che la corona del glande, soprattutto il giorno seguente ad
un rapporto, risulta abbastanza gonfia e con dei puntini tipo brufoletti sempre sulla corona
che in realtà credo ci fossero anche prima ma che con un maggiore afflusso di sangue nella zona e
a causa di questa infiammazione risultano molto più evidenti e leggermente in rilievo.
In passato, circa 1 anno fa, sono stato da un uro-andrologo per un controllo di routine prima di concepire mio figlio e testicoli, pene, prostata erano tutti nella norma e non presentavano alcuna
patologia. Io e mia moglie abbiamo rapporti protetti.

Credo che tornerò da questo vostro collega purtroppo non prima di circa 2 mesi in quanto all’estero
per lavoro. Nel frattempo vi chiedo è giusto andare da un andrologo o meglio un dermatologo?
Pochi giorni fa sono stato da un dermatolgo per un controllo dei nei e accennatogli questo problema
senza neanche guardarmi mi ha detto che sicuramente era un po di stress e mi ha dato un gel da applicare che non mi ha dato nessun beneficio.

Può capitare che così all’improvviso compaiano questo tipo di infiammazioni?
Essendo io una persona molto ansiosa e nervosa che tende a somatizzare, può essere questo
il caso di una problematica di somatizzazione?
Ho sempre effettuato visite a pagamento in quanto preferisco scegliermi il medico e per motivi
di tempi ridotti ma in questo caso è possibile non sapere a chi rivolgersi?

Comincia a darmi parecchio fastidio questo problema e conoscendomi non vorrei che si tramutasse
in un problema cronico.

Vi ringrazio e vi auguro buon lavoro.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

probabilmente si tratta di una semplice irritazione da scarsa lubrificazione dei genitali di uno o di entrambi i partenr. In queste situazioni comunque è necessario eseguire esami colturali dei partner per escludere altre problematiche.
Se la terapia del dermatologo è stata inefficece può anche chiedere consiglio ad un andrologo.
Difficile che sia un problema di somatizzazione in quanto sembra esserci un nesso fra causa ed effetto.