Utente 164XXX
Salve,
a breve mi dovrò sottoporre a un intervento chirurgico per l'asportazione di un piccolo meningioma.
Allora, mi spaventa molto l'anestesia perché assumo dei farmaci per altre patologie: Azatioprina, che è un immunosoppressore, interferone Rebif 44 tramite iniezioni, e Rivotril 5 gocce per riposare, quest'ultimo da circa tre anni. Inoltre, della serie non ci facciamo mancare nulla, ho il pectum excvatum. Tutto questo o parte di questo è controindicato per l'anestesia, quale farmaco devo sospendere? La conformazione del mio petto può essere un problema? Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
20% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Gentile utente buon giorno, pur non conoscendo i motivi per cui Lei assume tali farmaci, credo che molto probabilmente non li deve sospendere affatto, e se nel postoperatorio fosse impossibilitato ad assumerli come abitualmente, il quesito va posto agli specialisti che li hanno prescritti.
Per quanto riguarda il secondo quesito, dipende dalla importanza e dai riflessi sulla funzionalità respiratoria e sul circolo del suo p.e.. Nella visita anestesiologica il collega, che Lei dovrà informare dei farmaci assunti, farà tutti i rilievi opportuni e richiederà accertamenti ulteriori se lo riterrà opportuno.
Cordiali saluti.