Utente 317XXX
Salve a tutti. Vorrei premettere che ho 18 anni,peso 102 kg per 195 cm di altezza. Il mio peso è dovuto alla pratica del Bodybuilding perciò non ad un accumulo di grasso. Vi espongo il mio problema. Da circa un anno ho riscontrato la presenza di linfonodi gonfi nella zona del collo e della testa. Ho richiesto un consulto e mi è stato detto che il problema poteva essere ricondotto alla presenza di un acne sviluppata nella zona del mento. E fino a quì tutto chiaro. Sono andato avanti senza grossi problemi. Da circa un mese però mi sono giunti dei dolori ai testicoli con diarrea improvvisa e fastidiosa. Ho deciso di fare analisi del sangue ed un'ecografia ai testicoli che hanno riscontrato nulla di rilevante. Ormai è una settimana che questi dolori sono svaniti ma in compenso ho riscontrato la presenza di due linfonodi sulla sinistra ed uno sulla destra nella zona inguinale abbastanza ingranditi. Mi chiedo se la diagnosi dovuta all'acne fatta mesi fa sia giusta o se ci sia un problema più grave dato il fatto che sono comparsi anche questi altri di linfonodi. In totale ne conto 4 sotto la mandibola(ma dagli esami del sangue la tiroide è ok),1 sul lato del collo,2 dietro la testa e quelli dell'inguine. Potreste darmi un parere?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,aldilà di consigliarLe di eseguire uno spermiogramma di controllo,non vedo correlazioni tra la sintomatologia genitale e l'interessamento dei linfonodi del collo.Penserei ad una mononucleosi.Ne parli con il medico di famiglia.Cordialità.
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,


la negatività della ecografia testicolare e la presenza di linfonodi a livello del collo farebbero escludere la possibile esistenza di patologie genitali.
L'esecuzione di un emocromo e di analisi ematochimiche con una consulenza internistica mi sembrerebbe assolutamente importante
Cari saluti