Utente 320XXX
Buongiorno,
in seguito ad un doppler trans-cranico per sospetta PFO, sono risultato positivo con effetto Curtain sotto manovra di Valsava.
Il cardiologo che mi ha effettuato il test è stato molto generico nel spiegarmi questa "patologia" e siccome sono ignorante in materia, vorrei sapere di cosa si tratta esattamente, quali possono essere le conseguenze/disturbi e quali le possibili soluzioni.
Grazie Mille

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
È probabile che lei abbia una pervieta del forame ovale del setto interatriale.
Se questo fosse confermato da un ecocolordoppler cardiaco transesofageo che sicuramente le avranno prescritto dovra sottoporsi ad un intervento di chiusura.
Nel frattempo spero che le abbiano prescritto almeno piccole dosi di cardioaspirina.
Arrivederci
[#2] dopo  
Utente 320XXX

Iscritto dal 2013
Buongiorno Dottore,
purtroppo l'ecocolordoppler transesofageo non mi è stato prescritto, così come la cardioaspirina mi è stata solo consigliata.
Se la pervieta del forame ovale del setto interatriale fosse confermata, l'intervento è rischioso? Se non lo faccio cosa comporta?
Un'altra domanda in merito alla cardioaspirina, ha altri effetti collaterali?
Ci sono alimenti che dovrei evitare?
Nel ringraziarLa Le auguro una buona giornata.
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Mi scusi, non e' meglio prima sapere se lei davvero abbia una pervieta' del forame ovale?
Quindi parli con il suo medico per eseguire un ecocolordoppler cardiaco transtoracico e se necessario il transesofageo, se il cardiologo glielo consigliasse.
Arrivederci
[#4] dopo  
Utente 320XXX

Iscritto dal 2013
La ringrazio Dottore, non appena avrò eseguito i test, aggiornerò il forum.
Grazie
[#5] dopo  
Utente 320XXX

Iscritto dal 2013
Buonasera Dottore, dopo aver eseguito il doppler transtoracico, e due volte il transesofageo (la prima volta non sono riuscito a portarlo a termine), il risultato è stato positivo, ovvero ho una pervietà del forame ovale; ho parlato con diversi medici e le indicazioni sono piuttosto contrastanti... chi è a favore dell'intervento e chi è contrario... lei cosa mi consiglia?
Grazie
[#6] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Dipende da qual è l esito dell esame
[#7] dopo  
Utente 320XXX

Iscritto dal 2013
Buonasera Dottore, l’esito dell’esame è il seguente:
Ventricolo sinistro di normale dimensione e spessore, norm. contrattile (FEVS:60%).
Atrio sinistro di normali dimensioni.
Aorta: morfologia tricuspide, lembi sottili non stenotici, radice dell’aorta ascendente
normali dimensioni setto interatriale, sbandieramento sisto-diastolico, pervietà del foramen ovale con evidenzia di shunt sinistro-destro, al color doppler all’ecocontrastografia si evidenzia passaggio microbolle (al 2 battito) sia a riposo che dopo manovra di Valsava
Tricuspide lembi sottili, lembi non stenotici, rigurgito lieve
Cuore destro: ventricolo destro di normali dimensioni, atrio destro di normali dimensioni
Auricola sinistra di normali dimensioni, normocontrattile, assenza di evidente masse o stratificazioni riferite a formazioni trombotiche
Pericardio: assenza sversamento pericardico
Conclusioni: presenza di PFO

La ringrazio
Vincenzo
[#8] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Le conviene programmare la chiusura del piccolo difetto, per via percutanea ( senza aprire il torace, per intendersi). Nel frattempo è opportuno che lei inizi terapia antiaggregante piastrinica con aspirina.
Eviti di fare immersioni subacquee
Arrivederci
[#9] dopo  
Utente 320XXX

Iscritto dal 2013
Buongiorno Dottore,
quali sono i rischi ai quali posso andare incontro effettuando la chiusura del PFO ? Se non lo effettuo invece?
Per quanto riguarda la cardioaspirina mi è stata prescritta una compressa al giorno da 100 dopo il pasto principale, ma non mi è stato prescritto il gastroprotettore, secondo lei è consigliabile/indispensabile?
Oltre alle immersioni, ci sono altre controindicazioni per questo tipo di patologia?

grazie mille!
Vincenzo C.
[#10] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
I rischi di lasciare il PFO aperto sono le embolie e tra queste le più temibili quelle cerebrali.
I rischi dell intervento di chiusura sono minimi in centri specializzati.
La assunzione di un gastro protettore non indispensabile durante la terapia con aspirina, a meno che il paziente non sia intollerante al farmaco
Arrivederci
[#11] dopo  
Utente 320XXX

Iscritto dal 2013
Mi scusi Dottore,
un'ultima domanda a proposito della cardioaspirina; ma una volta iniziata la cura, non è più possibile sospenderla?

Grazie
[#12] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Certi che è possibile sospenderla... È solo sciocco perche appena sospesa aumenta il suo rischio tromboembolico.
In realtà è importante che la,cardioaspirina riduce i rischio, non elimina il rischio di embolia.
È quindi indispensabile che lei provveda alla chiusura del forame
Arrivederci