Utente 295XXX
Salve,
da oltre 2 mesi ho il pollice della mano destra tumefatto. Ipotizzo che ci sia finita qualche spina di riccio che non sono riuscito a togliere. Il medico mi fece prendere un antibiotico per 10 giorni in quanto si era gonfiato tanto ma in due mesi non si è ancora sgonfiato definitivamente ed ogni atnto, come in questo momento, tende a rigonfiarsi parecchio. Vedo in un punto una traccia di "incisrtamento di una spina" come se ne fosse rimasta conficata una ma il gonfiore è esteso a tutto il pollice.
Sucessivaemnte all'accaduto, dopo una decina di giorni, mi accorsi che il dito iniziò a gonfiarsi in due punti tanto da pensare che mi avesse punto qualcosa. In realtà non so se ci sia una spina di riccio o mi abbia punto qlc, ma non sono in grado di ipotizzare altro in quanto non mi sono accorto di aver subito traumi.
Sono andato diverse volte dal medico che mi ha detto di aspettare ma ora sto iniziando a preoccuparmi.
Vorrei un consiglio specialistico su come mi dovrei comportare.
Grazie anticipatamente

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

se si tratta di spine di riccio, soprattutto se penetrate sulla superficie dorsale e non palmare del dito e ancora di più se sono a livello di un'articolazione, non si deve sottovalutare il problema.

Le consiglio di effettuare un'ecografia della regione interessata con sonda ad alta frequenza e anche una radiografia del solo dito in 3 proiezioni: questo perchè sono descritte (a me sono capitati problemi di questo genere con i miei pazienti, dato che lavoro a Taranto, città di mare), addirittura con un'aggressione ossea, di tipo simil-reumatoide.

Buona giornata.