Utente 179XXX
Buongiorno, non so se sono nella sezione corretta e mi scuso eventualmente in anticipo. Mesi fa ho aperto diversi consulti in diverse sezioni per dolori a gambe ,anche,inguine. Questi dolori continuano a permanere rendendo la mia vita impossibile. In sostanza sento male alle gambe tutto il giorno, notte compresa. Inoltre ho la sensazione che i dolori all'inguine e alla zona delle anche (ma soprattutto agli inguini) sia reso molto più fastidioso dallo stare seduta tutto il giorno (ed io lavoro ad una scrivania). Ho la sensazione a volte di qualcosa che mi schiacci la zona delle ovaie. In estate i dolori a gambe e inguini sono fortissimi, in inverno esistono tutt'ora ma le fitte molto forti che mi facevano andare a letto alle sei di sera si sono attenuate. Non esiste alcun antidolorifico provato che mi attenui il dolore. Ho consultato un sacco di specialisti: neurologo, angiologo, chirurgo, ortopedico, ginecologo e nessuno mi ha dato una spiegazione, nel senso che per loro non è un problema di loro competenza. Lo stesso per le analisi esami fatti: ecografia pelvi ok, eco alle gambe a posto (a parte un po' di reflusso nella zona delle anche), radiografie alla schiena non mostrano nulla, quelle delle anche neppure. L'unico problema le analisi del sangue il cui unico valore fuori posto è la ves a 92 (quando le ho fatte però se non ricordo male a settembre avevo mal di schiena, non so se sia dovuto a quello). Il mio medico per più di un anno non mi ha mai dato retta, e solo adesso con le analisi del sangue mi ha mandato da un ginecologo per l'ecografia altrimenti tutte le visite me le sono fatte da me in privato. Assumo antiipertensivi tra cui un betabloccante alla dose massima giornaliera (perché avevo anche i battiti del cuore accelerati) quindi assieme ad un altra pastiglia il dottore mi ha aggiunto anche due pastiglie di questo betabloccante. Soffro anche di ansia e sono in cura con ansiolitici. La domanda che vi pongo è la seguente: potrebbero i betabloccanti causare questi continui dolori alle gambe e all'inguine/anche? trattasi di dolori diffusi che ripeto durante la giornata lavorativa aumentano ma che non spariscono mai del tutto. A volte sono così diffusi che non riesco neppure ad indicare o capire da dove derivino di preciso. Ovvio che tutto ciò ha riflesso sulla qualità della mia vita, del mio lavoro con il pubblico e su qualsiasi cosa. Non ho più voglia di vivere! Non riesco neppure più a fare le pulizie di casa, non ho più voglia di uscire. E questo non fa altro che peggiorare i dolori piuttosto forti che ho. Mi sento completamente incatenata! Avrei bisogno di un vostro gentile parere, anche per sapere, se ne avete idea, a chi ancora posso provare ad indirizzarmi o cosa posso provare a suggerire al mio medico. E se fossero questi betabloccanti, si potrebbe smettere di prenderli nei modi opportuni? Grazie tante e cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Cara Sig.ra
sicuramente le sarà già stato detto....i suoi problemi sono legati alla sua obesità patologica...... Deve assolutamente fare qualcosa per scendere di peso e comprendo che questo non riuscirà a farlo da sola.....
Si rivolga a figure e centri specialistici in questo settore.
Cordialità