Utente 203XXX
Salve sono una ragazza di 20 anni e sto vivendo il mio incubo ormai da 3 anni.
Tutto é iniziato una notte al pronto soccorso.. Il mio corpo non riusciva più a stare fermo ero piena di spasmi..e mi hanno diagnosticato una allergia al plasil che prendevo perché avevo una nausea assurda da giorni. E fino a li tutto normale. Poi é cominciato il mio baratro. Ho iniziato a sentire un nodo in gola, e non riuscivo più a mangiare niente e facevo fatica a respirare. Sono andata al pronto soccorso mi hanno fatto analisi generali ecc e andavano tutte bene. Mi hanno mandato a casa e mi hanno consigliato di fare rx con contrasto per vedere bene esofago ecc, analisi della tiroide per ultime. Rx tutto apposto mentre le analisi della tiroide sballate. Da li sono andata a fare un'ecografia e mi é stata diagnosticata tiroidite autoimmune curata con pastiglia e poi smessa perché le analisi sono andate bene..ma successivamente facendo altre ecografie anche se i valori erano apposto ormai é diventata una malattia cronica. Ho sempre vertigini, senso di sbandamento,paura di cadere, svenire, mi sento sempre debole, ho paura che mi succeda qualcosa.. La mia dottoressa mi aveva fatto fare anche lastre per una presunta cervicale ma negativa, analisi per emocromo ma tutto apposto.. Ora andró a fare anche una risonanza... Poi é da un po di giorni che quando sto in piedi oltre alle solite vertigini, ho anche nausea e vampate di calore. Aiutatemi vi prego sono disperata. Ah mi sono dimenticata sono stata anche dall'otorino con esito negativo..

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, poiché il suo disturbo permane nonostante le indagini e le cure del caso le suggerirei di non trascurare una possibile causa di vertigine spesso trascurata: la disfunzione dell’Articolazione Temporo Mandibolare (ATM) . Del resto anche la letteratura scientifica riferisce che quando alcuni sintomi di usuale pertinenza otorinolaringoiatria non sono sostenuti da problemi otologici , è al possibile conflitto fra condilo mandibolare e orecchio che bisogna rivolgere qualche attenzione.
La vertigine, di questi sintomi è forse il più tipico. Pertanto le consiglierei di farsi visitare anche da un dentista-gnatologo che si occupi abitualmente di problemi dell’Articolazione Temporo Mandibolare.
Le suggerirei di dare un'occhiata agli articoli linkati qui sotto, nell'ipotesi che lei possa riscontrarvi elementi di somiglianza con il suo problema.
Cordiali saluti ed auguri.

http://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1408-vertigine-pertinenza-odontoiatrica.html