Utente 733XXX
buon di!
sono dario ho 23 anni e vi scrivo da napoli, premettendo che stesso nella giornata di domani provvedero ad una visita dal mio medico curante, volevo esporre il mio problema....aihmè sono un soggetto ansiosissimo!anticipo che che sono 3 settimane che ho problemi con pancia e stomaco, passando da giorni in cui ho diarrea e peso alla bocca dello stomaco, a giorni in cui a stento riesco ad accostarmi alla toilette, 2 settimane fa ho avuto una forte tonsillite e l'ho curata per 7 giorni con il macladin 500mg! il problema che mi turba ha avuto inizio venerdi,noto un piccolo fastidio ai testicoli.venerdi sera,quando appena messo a letto ho notato un fastidio e un lieve dolore nella zona appendicolare. sabato mattina mi sono svegliato con questo fastidio costante, che partiva dalla zona appendicolare fin ad arrivare al testicolo destro, e in aggiunta una tensione dietro la coscia destra. domenica, il contrario il fastidio si è spostato a sinistra e in aggiunta ho notato un leggero senso di oppressione al basso ventre, per lo più stando seduti!
oggi ciò che mi preoccupa è un senso di debolezza e vuoto in entrambi i testicoli, nella parte subito superiore ad essi e nelle coscie!
non ho riscontrato problemi di erezione o altro!
potrebbe tutto ciò esser provocato dall'intensa attività sessuale?qualche movimento brusco?o magari dipende tutto dai fastidi intestinali che ho riscontrato da due settimane?
di sicuro non vi chiedo una diagnosi, via etere ,è alquanto complicato, ma un vostro parere nella speranza di placare l'ansia!
vi porgo cordiali saluti e vi auguro buon lavoro!!!!!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,la sensazione di "vuoto nei testicoli" con irradiazione alla faccia interna delle cosce non é in rapporto diretto con la frequenza dei rapporti né con con i disturbi intestinali che potrebbero trovare una genesi proprio nella terapia antibiotica eseguita.E' chiaro che,essendo la zona pelvica,perineale e perianale ricchissima di terminazioni nervose,é plausibile pensare ad un indiretto interessamento anche dell'apparato uro-genitale.Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 733XXX

Iscritto dal 2008
gentilissimo Dott. Izzo, la ringrazio per la tempestiva risposta...basta poco a rincuorarmi un pochino, in ogni caso domani andrò a visita con la speranza che tutto si risolva per il meglio!
grazie e buon proseguimento di giornata!!!
DARIO